martedì 22 dicembre 2015

Fissata la data per la prossima Trieste-Opicina

Sarà il 1° aprile il giorno iniziale della Trieste-Opicina edizione 2016: la manifestazione inizierà al porto Vecchio di Trieste con i festeggiamenti del 55° anniversario del Club Organizzatore, il Club dei Venti all'Ora.
Il 2 e 3 aprile saranno poi dedicati alla manifestazione, con un percorso turistico non competitivo ai castelli e alle tenute ed ai musei della scienza.
 A Villa Opicina si terrà la festa per il 105° anniversario della corsa, mentre l'arrivo finale sarà come sempre nel centro di Trieste, dove verranno esposte le auto storiche partecipanti all'evento.

Tocca quota 23 la Coppa Città della Pace


Con l'appuntamento fissato per il 20 Febbraio tocca quota 23 la Coppa Città della Pace, manifestazione di regolarità classica e prima prova del Campionato Italiano CSAI per Auto Storiche  di questa specialità. Il via verrà dato come di consueto da Rovereto (TN) per un percorso che quest'anno toccherà ilr ecord delle 70 prove speciali e 200 chilometri di eprcorrenza. E' questa la quarta volta che l'organizzatore, l'Associazione Adige Sport, entra a far parte del Campionato Italiano, un riconoscimento dovuto per questa gara che da sempre segna l'inizio di stagione e che sa sempre proporre emozioni nuove. Fra l'altro, da quest'anno il percorso sarà totalmente nuovo in molti passaggi, con per la prima volta i passaggi per Villalagarina, Aldeno e Levico.

Il Pranzo d'Auguri dell'HCC Verona

Con una calorosa festa d'auguri si è conclusa a Valeggio sul Mincio la stagione 2015 dell'Historic Car Club Verona.  Domenica 21 dicembre al pranzo augurale al Ristorante Serenità c'erano proprio tanti soci dello storico Club veronese presieduto da Francesco Bozza. Alla presenza di tutto il Direttivo del Club, della Squadra Sportiva capitanata dal duo Salvetti/Spozio, artefici di un magnifico terzo posto alla Coppa d'Oro delle Dolomiti quest'anno, e delle autorità, oltre a tanti ospiti, e con la proiezione di un filmato, sono state ricordate le tappe salienti della stagione 2015.
Un caloroso benvenuto ha accolto gli appassionati presenti alla festosa giornata, che non sono arrivati solo da Verona: fanno parte del club infatti anche sportivi che arrivano dalla Lombardia, come i coniugi Colombo, entrambi abili piloti (la pilotessa meglio conosciuta come Bestetti).
Tante le manifestazioni organizzate dal Club, ricordate dal presidente Bozza e dall'abile Enzo Mainenti, artefici dell'organizzazione di Strade Scaligere, prova di Campionato Italiano di Regolarità CSAI, e del G.P.di Verona, manifestazione ASI per auto storiche. Il Presidente ha ricordato come il Club conservi le sue due anime, CSAI e ASI, ed ha confermato l'impegno di tutti i soci per la realizzazione anche nel 2016 delle due manifestazioni, oramai consolidate, e sempre apprezzate dagli affezionati alle quattro ruote storiche.
Con gli auguri per il 2016 i partecipanti si sono dati dunque appuntamento alla prossima prima gara del 2016 a Verona, il 13 marzo 2016, per il 6° Trofeo Strade Scaligere.

La Cena degli Auguri del Team Bassano

Il 12 dicembre si è conclusa con la cena degli auguri la stagione sportiva del Team Bassano; l’evento si è tenuto presso Villa Gioia Grande di Travettore (VI), nelle vicinanze di Bassano del Grappa.
Sono state oltre duecento le persone presenti tra le quali vi erano il Presidente dell’Automobile Club Vicenza Valter Bizzotto e gli organizzatori di: Rally Storico delle Vallate Aretine, Loriano Norcini; Rally Campagnolo, Renzo De Tomasi; Rally Dolomiti Historic, Stefano De Mattia, i quali hanno messo in palio nella tradizionale lotteria diverse iscrizioni gratuite.
Tra gli appassionati ed i tesserati presenti alla festosa serata molti quelli che sono arrivati da regioni lontane quali Piemonte, Valle d’Aosta, Toscana e anche dalla Repubblica di San Marino; non mancava, inoltre, la nutrita delegazione dall’Isola d’Elba a suggellare una volta di più il rapporto d’amicizia tra gli appassionati elbani ed il sodalizio bassanese.
Durante la piacevole serata trascorsa in un clima di amicizia ed allegria, un soddisfatto Mauro Valerio, Presidente del Team Bassano, ha ringraziato i presenti e ricordato i principali risultati conseguiti nella stagione 2015 culminata con la quarta vittoria consecutiva del Trofeo Acisport Scuderie nel Campionato Italiano Rally Autostoriche.
Assenti alla cena perchè impegnati di buon’ora il giorno successivo, Paolo Baggio e Flavio Zanella sono stati gli ultimi del 2015 a sfoggiare l’ovale azzurro sulle fiancate della vettura partecipando al Prealpi Master Show, ronde su terra alla quale per la prima volta sono state ammesse le autostoriche: purtroppo la loro Lancia Rally 037 è stata costretta al ritiro per un problema meccanico.
Il secondo anno di vita della Squadra Corse Isola Vicentina che si è da poco concluso,è stato decisamente positivo sia per la visibile crescita in fatto di presenze sui campi di gara ed obiettivi da conseguire, quanto per i risultati ottenuti.
Tante le soddisfazioni ottenute in dieci mesi di competizioni: rally soprattutto, ma anche regolarità ed altre discipline motoristiche. A settembre, terminato il Campionato Italiano Rally Autostoriche si è festeggiato il secondo posto nel Trofeo Scuderie Rally Autostoriche contendendo il titolo sino all’ultima gara allo squadrone del Team Bassano; la massima Serie Nazionale aveva nel frattempo visto la vittoria nel Trofeo Femminile da parte di Fiorenza Soave con la Fiat Ritmo 130 TC; soddisfacente anche il risultato di Paolo e Giulio Nodari giunti terzi con la Porsche 911 SC nel Campionato del 3° Raggruppamento anche se con sole cinque gare disputate al quale aggiungono la vittoria sempre nella stessa categoria, nella Michelin Historic Cup, combattuta sino all’ultima gara. Doppietta delle “Fulvia HF” nelle Coppe ACI Sport con la 1.3 di Massimo Giuliani e Claudia Sora che brilla nel 1° Raggruppamento e la 1.6 di Stefano Maestri che vince nel 2°.
Nel mese successivo, ottobre, si celebra la vittoria nel Campionato Europeo del 4° Raggruppamento ottenuta da “Pedro” ed Emanuele Baldaccini che hanno corso e vinto con la Lancia Delta Integrale e la Rally 037; nella Serie Fia la Squadra Corse si piazza in quinta posizione nella classifica delle Scuderie. Oltre a “Pedro” che firma i successi all’Acropoli in Grecia, al Bohemia in Repubblica Ceca e all’Asturias in Spagna, il Campionato aveva visto l’iniziale successo di “Lucky” e Fabrizia Pons, sempre su Lancia Delta, al Costa Brava di marzo. Sempre il mese di ottobre vede la fantastica doppietta ottenuta al Valsugana Historic Rally con “Lucky” e Luigi Cazzaro che vincono con la Ferrari 308 GTB davanti ai compagni di squadra Paolo e Giulio Nodari ancora con la Porsche 911 SC.
Buone notizie anche dal Campionato Triveneto con le vittorie assolute nel 1° Raggruppamento per Massimo Giuliani e Claudia Sora con la Lancia Fulvia HF e quelle della classifica femminile ottenuta da Fiorenza Soave con la Fiat Ritmo 130 TC; i coniugi bresciani si aggiudicano anche la vittoria di classe alle quali si aggiunge quella di Stefano Maestri nuovamente con la Fulvia HF 1.6.
Ancora rally da menzionare, ma stavolta quelli per auto moderne, con la bella esperienza di Williams Zanotto e Diana Simionato con la Renault Twingo R2B che ottengono la seconda posizione nell’omonimo Trofeo.
Buona stagione anche per i regolaristi tra i quali si mettono in luce Enzo Scapin ed Ivan Morandi che si piazzano secondi assoluti nel Campionato Triveneto e quarti nel Trofeo Tre Regioni dove la scuderia si piazza in seconda posizione dopo aver vinto invece, nel Campionato Triveneto. Sempre nella Serie interregionale si coglie il secondo posto anche nei Rally Autostoriche.
Squadra Corse Isola Vicentina infine, brilla anche nel Campionato Triveneto nella sezione Salita Autostoriche, grazie alla bella vittoria ottenuta nella classifica assoluta da Romeo De Rossi con l’Alfa Romeo Alfasud TI. Nella prima edizione del Campionato Italiano Drifting, un soddisfatto Matteo Gerolimon alla guida della BMW M3 ha difeso i colori della Squadra Corse piazzandosi al 19° posto nella generale e al 9° della classe che contava ben trenta piloti classificati.
Per festeggiare i risultati ottenuti, presentare i programmi della stagione futura e ringraziare il prezioso operato di tutto il personale volontario che con passione forma le squadre di assistenza e provvede alle aree hospitality, soci e simpatizzanti si ritroveranno tutti assieme al pranzo sociale in programma nel mese di febbraio 2016.

Notizie ed aggiornamenti al sito web www.teambassano.com

lunedì 21 dicembre 2015

Le prossime mostre e mercatini

Si annuncia vivace la stagione 2016 di mostre e mercatini riservati alle auto e moto d'epoca.
Dal 3 al 7 febbraio apre Rétrromobile a Parigi (Porte de Versailles), l'expo francese per eccellenza riservata alla storia dell'automobilismo. Quest'anno una novità: l'esposizione delle auto ROMBOIDALI (cioè rotonde!!!). Poi come sempre ampie retrospettive dedicate alle case automobilistiche, al design ed anche ai veicoli militari.
Poco tempo ed ecco che apre a Torino Lingotto Automotorétro (12-13 e 14 febbraio). La 34° edizione sarà tutta dedicata ai collezionisti dei motori, con ampia presenza di venditori e ricambisti.
Dal 6 al 10 aprile apre la Techno Classica di Essen, la grande Fiera dell'automobilismo d'epoca, la top esclusiva dedicata alla vendita, al restauro ed al modellismo.
A settembre si terrà ad Imola una delle "storiche": la 40° mostra scambio  di veicoli d'epoca: l'appuntamento copme ogni anno è all'autodromo per il 9-10 e 11 settembre.
A Padova infine date fissate per fine ottobre (dal 20 al 23) per la consueta Fiera auto e moto d'epoca.

mercoledì 16 dicembre 2015

HISTORIC CHRISTMAS SAN MARINO: TUTTI INSIEME!



Un gruppo di giovani, tanta passione e l’impegno corale di tutta la gente della Repubblica del Titano: sono questi gli elementi che hanno fatto sì che sabato dodici e domenica 13 dicembre l’Historic Christmas ritornasse a portare sulle strade di San Marino un appuntamento natalizio sempre gradito agli appassionati  di auto storiche, che rimasti “a bocca asciutta " nel 2014, ne avevano richiesto a gran voce il ritorno.
La manifestazione, organizzata dalla squadra ben affiatata dei Regolaristi Sammarinesi, era sempre stata l’occasione per “fare l’ultima gara dell’anno” e scambiarsi in convivialità gli auguri delle Feste, ma l’impegno assorbito dal San Marino Revival, gara valida per il Campionato Italiano di Regolarità Classica che si corre ogni anno in primavera, ha portato alla decisione di dedicare all’organizzazione dell’Historic Christmas tutto il tempo necessario per la sua riuscita, trasformandolo quindi in una competizione CSAI che cadrà, da ora in poi, ogni due anni. Scelta appropriata, che ha garantito alla manifestazione non solo il successo che merita (e lo testimoniano gli oltre 60 iscritti, numero massimo accettato dall’organizzazione) ma anche la sicurezza che tutto riuscisse al meglio e senza intoppi.
Il risultato è stato unanimamente riconosciuto da tutti. Una gara rilassante e divertente, che ha entusiasmato per tutte le cose che ha messo insieme con molto equilibrio. L’aspetto turistico, prima di tutto, che con la proposta di un percorso accattivante, unito al prologo serale del sabato,  ha regalato un quadro immediato delle molte attrattive della Repubblica di San Marino, capace di suscitare il desiderio di tornare presto per una visita più approfondita; le strade in collina, sospese sulla pianura, o  i paesaggi notturni, che hanno eccitato il piacere di guidare, fino alle “chicche” della cucina romagnola, già da sola un’attrattiva per tutti.
Per la parte sportiva, poi, la competenza in materia del club sammarinese si è confermata ancora una volta: Anche se le prove erano solo venti, nessuna era scontata. Concatenate a gruppi di tre, avevano tutte il ritmo giusto e la giusta componente di imprevedibilità. I percorsi ed i tempi di gara, poi, erano adatti a tutte le vetture. E di vetture singolari ce ne erano tante, a cominciare dalla Lotus Elite Type S del 1960 di Umberto Ferrari alla rarissima Porsche 356 B Carrera del 1962 di Nicola Montevecchi, alla Renault 4CV Sport del 1954 di Danilo Maccaferri. E per non dimenticare i fasti del Rally di San Marino non potevano ovviamente mancare le “classiche” delle strade bianche: le Lancia Fulvia Montecarlo e HF, le Porsche 911, le FIAT 124 ed A112 Abarth e persino una Alpine A110. Rara e molto ammirata anche la Ford Mustang del 1967 di Massimo Cerri, penalizzata sulle strade tortuose del San Marino dal suo passo lungo.

La vittoria è andata, a conferma di una stagione tutta in crescita, all’equipaggio Rimondi/Fava su Mini Cooper 1973 davanti ai concorrenti di sempre Bonfante/Bruno su A112, terzi a pari merito (ma con la vittoria assegnata per vetustà di vettura) Zanasi/Bertini su A112 Elite, Cecchi/Graziani su Lancia Fulvia Coupé e Pini/Galletti ancora su Lancia Fulvia Coupé.

martedì 15 dicembre 2015

Il Picchio con il cappuccetto rosso

Ho ospitato un Picchio....o meglio, lui ha deciso di farsi ospitare. Si è bucato la mia finestra e si è fatto il nido!

venerdì 11 dicembre 2015

AMBER TROPHY - TUTTO PRONTO PER LA 3° EDIZIONE!

Dopo il grande successo del secondo AMBER TROPHY che ha portato 17 auto d’epoca da Vicenza a Riga nel giugno del 2015, ecco la nuova proposta per il 2016; l’Amber Trophy concluderà la storica via dell’ambra andando da Vicenza ad Atene. Percorreremo infatti con
le nostre auto “storiche” la seconda parte del percorso che veniva utilizzato per trasportare questa preziosa resina fossile dai suoi luoghi di origine, il Mar Baltico e il Mare del Nord, verso il Mar Mediterraneo, in particolare verso l’Italia, la Grecia e l’Egitto, che nei tempi antichi
erano i maggiori trasformatori dell’ambra grezza in oggetti preziosi.
In epoca romana, il percorso principale e più breve dell’ambra partiva dalla costa di quella che sarebbe diventata la Prussia e passando per la regione dei Boii (la Boemia), raggiungeva l’alto Adriatico per poi continuare verso sud in Grecia.
L’historicar photochallenge - amber trophy partirà quindi da Vicenza il 28 maggio per raggiungere Atene il 3 giugno percorrendo la dorsale balcanica (Lubiana - Zagabria - Belgrado - Skopje - Salonicco - Volos) per poi imbarcarsi a Patrasso sul traghetto della Anek Lines con
destinazione Ancona dove sbarcheremo il 7 giugno.
Un percorso che consentirà ai partecipanti di ammirare paesaggi e insediamenti dell’Europa del centro-sud transitando per la Slovenia, la Croazia, la Serbia, la Macedonia e la Grecia.
Un tragitto studiato appositamente per le auto storiche che potranno viaggiare in tutta sicurezza con medie da passeggiata (in totale circa 2200 km. da percorrere in 8 giorni con medie di 30/60 km/h) affiancati da uno staff tecnico (meccanici e carro attrezzi) pronti a risolvere eventuali problemi meccanici.
Ogni equipaggio alla partenza verrà fornito di una macchina fotografica digitale con cui potrà sviluppare un tema specifico: le foto eseguite verranno all’arrivo giudicate da un’apposita giuria che decreterà il vincitore dell’Amber Trophy.
Sostituiamo quindi il cronometro con la macchina fotografica e . . . entra anche tu nell’ avventura e vieni con noi ad Atene in Grecia!
A questa proposta possono accedere solo auto immatricolate entro il 1986, si parte da Vicenza il 28 maggio e si arriva ad Atene il 3 giugno; ci imbarchiamo poi a Patrasso per sbarcare ad Ancona il 7 giugno.
 Quota di partecipazione: € 1.600 a persona . iscrizioni aperte dal 1 gennaio 2016- chiusura entro il 20/04/2016
Per informazioni e per saperne di più:
Historicar Photochallenge - Amber Trophy
via Beato Luca Belludi, 50 - 35123 Padova - tel/fax: 049657466 - cell: 3483144897
strada vic.le Monte Crocetta, 4 - 36100 Vicenza - tel: 0444288288 - fax: 0444288146
mail: info@ambertrophy.eu - adv.areadue@libero.it

EMOZIONI D'AUTUNNO - 3° TROFEO DELL'IMMACOLATA

E’ stata una vera festa d'autunno questo 3° Trofeo dell’Immacolata, che il Circolo Patavino Autostoriche insieme con la Scuderia Padova Autostoriche ha organizzato sabato 5 dicembre. E a detta del vincitore, Leo Fabbri, ma anche dei 65 partecipanti, è stata anche la più bella edizione delle tre fino ad oggi realizzate questo trofeo. Un plauso corale ha dunque confermato la validità di questa gara che sta progressivamente crescendo, e la scelta degli organizzatori, Luigino Gennaro e Alberto Scapolo in primis, di dare agli appassionati una competizione a calendario ACI-CSAI a dicembre, su un percorso tutto collinare, impegnativa e ben ritmata, con alcune delle20 prove in notturna, si sta rivelando vincente.
E’ stato agevolmente superato il target dei 60 iscritti, fra auto storiche e moderne, come nelle precedenti edizioni, ma con in più la presenza di tutti gli specialisti della regolarità del Triveneto ed alcuni driver provenienti dalla Lombardia, dalla Emilia Romagna e dalla Toscana, ed un equipaggio (Borello padre e figlio, su Porsche 356) arrivato direttamente da Londra. Inoltre, alcune auto fra le storiche veramente d’eccezione: fra tutte la Mercedes 190 SL del 1959 di Giacoppo e Grillone giunta sorprendentemente al quinto posto in classifica assoluta e la Alfa Romeo Dauphine del 1963 di Terreni-Ceccato.
Un percorso “immacolato”, tutto nuovo rispetto al passato, che ha divertito ed impegnato sia i piloti che i navigatori. Immersi nei colori caldi dell’autunno, sulle pendici dei Colli Euganei fino alla provincia di Vicenza, tutti hanno riconosciuto che i passaggi sia delle prove che dei trasferimenti erano ben calcolati nei tempi e nella giusta difficoltà. Gli organizzatori hanno puntato su strade inedite, senza però dimenticare alcuni passaggi “classici” dei rally del passato, come la Cingolina, il Roccolo, i tornanti di Castelnuovo e la Valnogaredo, ma il tutto senza ripetizioni.
Come sempre la partenza è stata data nel primo pomeriggio dalla sede dell’Automobil Club di Padova in centro città. Quindi una variazione sul percorso ha portato i concorrenti verso Abano, tagliando le prime tre prove previste intorno allo Stadio Euganeo a causa dell’anticipo della partita di calcio della squadra locale. Poi la lunga galoppata verso i Colli Euganei e Berici, con il passaggio per Montegrotto e lo svolgimento della prima prova cronometrata , seguita poco dopo dalla salita della Cingolina con le due successive prove del Roccolo (la prima in falsopiano e la seconda in discesa) con il pubblico ad incitare i concorrenti. A seguire la prova del Ristorante Settimo Cielo, poi i tornanti di Castelnuovo in discesa ed ancora la nuova prova dopo Teolo prima di arrivare a Lovertino in Provincia di Vicenza. Dopo il primo CO, si sono svolte le prove mai disputate prima nella zona di Ponte Barbarano e quindi sul falsopiano che porta a Mossano. Dopo il CO di Albettone, il via della tappa finale, resa più impegnativa, oltre che per il buio, perché i concorrenti si sono trovati avvolti da una fitta nebbia.
E proprio la ventesima ed ultima prova di Turri è si è rivelata decisiva nella lotta serrata per la vittoria finale, con Fabbri e Bertieri su Volvo Amazon del Registro Volvo Italia che sono riusciti a risalire dal terzo posto al primo battendo di dieci centesimi Michele Boscolo e Antonio Biasin su A112 e Turri-Scaramello del CAMS di Rovigo su Fiat 128, che si sono giocati la vittoria per un errore proprio in finale.
Ai pedi del podio in quarta posizione Baldissera-Covaz di Ruote del Passato su Porsche 911 e quinto come già detto Giacoppo-Grillone su Mercedes 190 SL, seguiti da Scapin-Morandi su Lancia Fulvia Coupè e dalla bravissima Simona Riviezzo dell’ AMAMS che, con il marito Paolo Vincenzi, sarebbe stata in testa alla gara se non fosse stata tradita in una prova dalla sua Mini Cooper.
Primi tra i padovani Giuseppe Scapolo e Puggina su Porsche 356, decimi nell’assoluta, ai quali è andato il Trofeo Gattamelata riservato al primo equipaggio del Club organizzatore. Per Pino Scapolo un vero successo passando dal ruolo di navigatore del fratello Alberto a quello di driver.
Alla festa finale all’Hotel Bellavista di Montegrotto una premiazione per tutti i partecipanti ed un grande incoraggiamento agli organizzatori da parte dei concorrenti, con l’auspicio di continuare a far crescere questa manifestazione.

venerdì 4 dicembre 2015

SNOW TROPHY COMPIE DICIOTTO ANNI

foto vivamedanrally

Sulle strade innevate di Primiero nell’ultimo fine settimana di gennaio si svolgerà il 18° SNOW TROPHY 2016.
La San Martino Corse Autostoriche, organizzatrice dell'evento, conferma il prologo facoltativo del venerdì a Fiera di primiero per l'inizio alla grande della stagione sportiva 2016.
Lo Snow Trophy è oramai diventato una presenza immancabile nel calendario automobilistico sportivo. Nel 2016 raggiungerà la simbolica maturità e quindi in casa San Martino Corse Autostoriche si sta lavorando per ultimare i dettagli della manifestazione iscritta come regolarità turistica sia per autostoriche quanto per le moderne. La date da memorizzare sono quelle di venerdì 29 e sabato 30 gennaio 2016 e come da tradizione l’evento si svolgerà in due giornate col prologo facoltativo del venerdì e la gara vera e propria tutta nella giornata del sabato.
Il programma di massima prevede l’apertura delle iscrizioni martedì 29 dicembre 2015 e la chiusura delle stesse martedì 26 gennaio 2016. Le operazioni di verifica si terranno presso il ristorante Lanterna Verde di Tonadico sia nel pomeriggio del venerdì, dalle 16 alle 17, e il sabato nella fascia orario 8.30 – 10. La partenza della prima vettura sarà data dal centro di Fiera di Primiero a partire dalle ore 11; arrivo previsto dalle ore 18.04 dopo aver percorso 230,550 chilometri su strade che si prevedono innevate e lungo le quali i concorrenti saranno impegnati in dodici prove di precisione, quattro da ripetere per tre volte; sette i controlli orari. A seguire si terranno le premiazioni durante la cena di commiato.
Nella giornata di venerdì si svolgerà, con inizio alle ore 18 il prologo che come avvenuto nelle precedenti edizioni sarà facoltativo e non avrà alcun collegamento con la gara del sabato: una sorta di ricco aperitivo di una settantina di chilometri alla luce dei fari supplementari con partenza ed arrivo sempre nel centro di Fiera di Primiero.
Alla manifestazione sono ammesse sia le vetture storiche costruite fino al 1992 quanto le moderne come previsto dalla normative in vigore e alle due categorie; è inoltre allo studio la possibilità di aggiungere un ulteriore evento allo Snow Trophy sul quale vi è ancora il riserbo da parte dell’organizzatore che, appena perfezionati gli ultimi dettagli, ne darà notizia agli interessati.
Maggiori informazioni si possono avere contattando la segreteria della gara all’indirizzo di posta elettronica storiche@rallyesanmartino.com in attesa del nuovo sito web dedicato interamente allo Snow Trophy attualmente in fase di progettazione.

martedì 1 dicembre 2015

Trofeo dell'Immacolata: tutto pronto per la gara padovana!

Mancano pochi giorni alla partenza del 3° Trofeo dell'Immacolata, l'evento destinato alle auto storiche organizzato a Padova sui Colli Euganei che riprende la tradizione delle famose gare di regolarità, di rally e di velocità in salita tanto frequenti negli anni  '70. Un percorso stupendo nel cuore dei vigneti, fra i colori suggestivi dell'autunno, con alcuni passaggi in grado di mettere alla prova le capacità di guida anche dei piloti di auto storiche più "allenati"!
L'appuntamento è per sabato 5 dicembre al mattino per le verifiche ed al pomeriggio alle 14.30 davanti alla Sede ACI Padova.

Per info: www.patavinoautostoriche.it

Monza Rally Historic Show: uno spettacolo da non dimenticare

Foto di Fiorenzo Vaccari

E' stata la Porsche 911 affidata per la prima volta ad Andrea Nori e Giuseppe Ferrarelli a conquistare la vittoria al Monza Rally Historic Show, evento dedicato alle auto storiche.
Nelle parole di Andrea Zanovello della Balletti Motorsport, il racconto di questa prestigiosa vittoria per il giovane bassanese.
Domenica 29 novembre: una giornata di quelle che Carmelo e Mario Balletti unitamente a tutto lo staff della Balletti Motorsport, difficilmente scorderanno! Al Monza Rally Historic Show decidono di affidare la Porsche 911 SC/RS Gruppo 4 del 3° Raggruppamento al ventenne Andrea Nori che correva per la prima volta con un navigatore al suo fianco, il bravo Giuseppe Ferrarelli e dopo tre giorni di sfide sul filo dei decimi di secondo si sono ritrovati a festeggiare una delle più belle vittorie del loro già ricco palmarès.
Andrea Nori giovane pilota di quella Bassano del Grappa sempre ai vertici quando si parla di motori, è un cosiddetto “figlio d’arte” che da due anni si cimenta con una Porsche 930 nelle gare del Campionato Italiano Velocità Autostoriche; una buona esperienza nel settore ma mai una gara con un copilota al suo fianco: sale sulla 911 messagli a disposizione dai fratelli Balletti con l’esperto concittadino Giuseppe Ferrarelli al suo fianco e dopo una prima tappa di apprendistato, cambia passo ed inizia a suon di scratch, quattro sulle nove prove disputate, a risalire e a portarsi al comando dell’assoluta al termine della seconda tappa. Mancano solo le due prove della domenica e nella prima Andrea accusa un ritardo che oltre ad averlo privato della leadership pare difficilmente colmabile nella decina scarsa di chilometri dell’ultima, decisiva, prova speciale. Nori dimostra di saperci fare non solo col piede destro ma anche con la testa: sfoderando disarmanti freddezza e maturità va ad  iscrivere il proprio nome, assieme a quello del bravo “Tino” Ferrarelli nell’albo d’oro della gara che per molti è uno “show” ma che tutti gli iscritti pagherebbero oro per poterla vincere. Il duo bassanese vince con grande merito la gara al via della quale erano quattro dei cinque vincitori del vero Campionato Italiano Rally Autostoriche che si è disputato dal 2009 al 2014 e che di nome fanno: Salvatore Riolo, Lucio Da Zanche, Matteo Musti e Nicholas Montini! Chapeau Andrea e Giuseppe, come direbbero in Francia! Resta solo da capire il motivo dell’esclusione, clamorosa quanto la vittoria del “rookie”, dall’epilogo finale del Master Show.
A render ancor più felice il fine settimana ci hanno pensato altri due equipaggi, uno, quello formato da Totò Riolo ed Alessandro Floris, che sull’asfalto del tempio della velocità porta l’Audi Quattro Gruppo B alla vittoria nel 4° Raggruppamento  con una prestazione di alto livello ottenuta con la vettura forse meno adatta a destreggiarsi nelle anguste chicane dell’evento monzese.
All’appello manca solo la Porsche 911 Sc Gruppo 4 di Filippo Vara e Gianfranco Rappa costretta alla prematura resa causa problemi meccanici.
L’indimenticabile fine novembre per la Balletti Motorsport porta anche la soddisfazione per il successo ottenuto da Massimo Gallione e Gigi Cavagnetto nella prima edizione della “Coppa A112 Abarth Terra” assegnata al più veloce trofeista in gara a Montalcino al Tuscan Rewind, alla guida dell’A112 Abarth; per l’inossidabile Mimmo è finalmente arrivato quel successo ricorso per tutta la stagione nella quale si è rimesso in gioco risalendo, dopo trentun’anni sull’intramontabile A112 Abarth!
E nel prossimo fine settimana un nuovo impegno, all’Autodromo di Magione dove si correrà l’ultima gara del Campionato Italiano Velocità Autostoriche dove saranno schierate la Porsche 911 RSR Gruppo 4 di Stefano Mundi e Riccardo Rosticci e la recente vittoriosa 911 SC/RS Gruppo 4 che sarà affidata a Maurizio Frati e Dario Cerati.  
Notizie ed aggiornamenti al sito web www.ballettimotorsport.it
           Ufficio Stampa Balletti Motorsport     
       Andrea Zanovello -  www.rallysmedia.com

Prossime aste auto d'epoca: a Parigi a Rétromobile

Alla 41° edizione di Rétromobile, il grande Salone tutto dedicato alle auto d'epoca che si terrà a Parigi dal 3 al 7 febbraio 2016 si svolgerà, come da tradizione, l’annuale asta Artcurial Motocars che lo scorso febbraio ha infranto ogni precedente record grazie alla presentazione in asta di una importante collezione di auto, la collezione Baillon.
Rétromobile ospiterà oltre 500 veicoli storici su un’area di 120.000 metri quadrati dove transiteranno 120.000 visitatori.

lunedì 30 novembre 2015

LA SCUDERIA PADOVA AUTOSTORICHE VINCE IL CAMPIONATO SOCIALE ACI

Gran festa, la sera del 26 novembre, al Circolo Ufficiali di Prato della Valle a Padova per la cerimonia ufficiale di premiazione del Campionato Sociale Aci di automobilismo. Alla prsenza delle autorità rappresentative del Comune di Padova, dell’Aci, dell’esercito e della Polizia di Stato, oltre che degli appassionati di automobilismo, sono stati consegnai i premi attribuiti nell'annata agonistica 2014.
Tanti i trofei assegnati per le varie specialità automobilistiche, ma la vittoria assoluta tra le scuderie è andata per la quarta volta consecutiva alla Padova Autostoriche, grazie alle prestazioni dei fratelli Alberto e Pino Scapolo e dei coniugi Dario e Federica Converso. I fratelli Scapolo, alla guida della loro Porsche 356 A, grazie ai piazzamenti ottenuti nelle gare di regolarità classica di Campionato italiano ed al grande evento Gran Premio Nuvolari hanno battuto in classifica assoluta il velocista Massimo Ronconi che, su una Porsche 911, ha corso sia in pista al Nuerburing, ad Imola, aVallelunga e a Monza che nelle cronoscalate. Al terzo posto si è classificato Michele Berto che si è cimentato nel rallycross e nello slalom.
Nelle classifiche per specialità, vittoria ancora per Alberto Scapolo nelle auto storiche, seguito da Massimo Ronconi e da Dario Converso.
Nei rally per auto storiche primo posto per Maurizio Crivellaro, primo anche nello slalom, mentre nella regolarità sport vittoria per Nico Bertazzo e Cristian Torreggiani. Primo posto per i fratelli Scapolo ovviamente anche nella regolarità classica e turistica, seguiti da Dario Converso, mentre Federica Converso ha vinto la classifica assoluta femminile. Tra le moderne, vittoria assoluta di Michele Berto davanti ad Adriano Fontana e Roberto Ragazzi (primo nella velocità in salita), mentre tra le scuderie il primo posto è andato al Funny Team.
Nei rally auto moderne primo posto per la giovane Lucia Zambiasi su Renault Clio. Nello Slalom auto moderne vittoria per Simone Broggio della Hornet Corse su Opel Corsa e nel rallycross primo posto per Adriano Fontana su Suzuki, e ancora nella regolarità auto moderne primo posto per Federico Trovo su Porsche 911 della Match 3. Infine nei kart vittoria assoluta per Chiara Zorzi.
La serata è stata allietata da un bravissimo mago arrivato da Parigi, che ha stupito con i suoi giochi i partecipanti, che si sono poi scambiati gli auguri di natale in una cena conviviale negli splendidi saloni del Circolo Ufficiali di Padova.



ANCORA SULLE VENTENNALI.....

Pubblichiamo volentieri una chiarificazione in tema bollo auto venicoli storici degli amici dell'AAVS.


Bollo auto in misura ridotta: nella confusione generale, qualcuno ci prova!
Come ormai è arcinoto a tutti, la Legge di Stabilità 2015 ha modificato radicalmente l’Art. 63 della Legge 342/2000 escludendo di fatto da ogni beneficio tutti i veicoli di età compresa tra 20 e 29 anni.
A questo punto si sono scatenate le rimostranze dei possessori di tali veicoli, che si sono visti improvvisamente privati di un beneficio fiscale al quale, in buona fede, ritenevano di avere diritto. Anche la gran parte dei mezzi di comunicazione (stampa quotidiana, riviste del settore e siti internet o blog) ha in vario modo cavalcato lo scontento.
Da parte loro, anche alcune Regioni hanno affrontato l’argomento, proponendo diverse soluzioni per mantenere il beneficio, tutte però dimostratesi inapplicabili in quanto in netto contrasto con la Legislazione nazionale, come  precisato dal Ministero delle Finanze con Risoluzione n. 4/DF del 1 aprile 2015.
Abbiamo parlato di “confusione generale” (soprattutto da parte dei mezzi di comunicazione). E’ necessario però a questo punto sottolineare un fatto basilare, di cui molti commentatori non hanno tenuto conto: Il comma 1) dell’Art. 63 Legge 342/2000 (non modificato dalla Legge di Stabilità 2015) non riguarda affatto i veicoli di interesse storico ma concede il beneficio fiscale a tutti ”i veicoli, esclusi quelli adibiti ad uso professionale, a decorrere dall'anno in cui si compie il trentesimo anno della loro costruzione”.
Molti hanno scritto che, d’ora in poi, i veicoli sarebbero stati considerati di interesse storico dopo i 30 anni: nulla di più errato ! Il Codice della Strada (Art. 60) e il Regolamento di attuazione (Art. 215) non sono stati modificati.
Lo ribadiamo: il beneficio era riservato, e continua ad essere riservato, a tutti i veicoli con 30 e più anni.
I comma 2) e 3) – aboliti dalla Legge di Stabilità 2015 – concedevano il beneficio fiscale anche ai veicoli ventennali “di particolare interesse storico”, facendo anche alcuni chiari esempi della tipologia di veicoli che potevano essere considerati di particolare interesse storico e quindi beneficiari della riduzione delle tasse automobilistiche.
Come spesso avviene nel nostro Paese, la definizione “di particolare interesse storico” è stata interpretata con la massima larghezza e senza il minimo rispetto per lo “spirito” della legge e a questo probabilmente si deve la decisione dello Stato di risolvere il problema alla radice, eliminando qualsiasi tipo di beneficio ai veicoli della fascia 20 – 29 anni.
Non ci vuole molto a capire come, venendo meno qualsiasi beneficio, molti dei possessori dei veicoli in oggetto, non abbiano più alcun interesse ad aderire ad un ente che si era attribuito il potere di determinare quali fossero i veicoli di particolare interesse storico (a voler essere maliziosi, soltanto quelli dei propri soci….).
E così l’ASI ha iniziato a muovere le sue pedine per ottenere la revoca del provvedimento che, necessariamente, ha provocato un’emorragia tra i suoi soci.
Nella consueta “Lettera del Presidente” pubblicata sul numero di novembre de La Manovella, il presidente Loi, parlando di Legge di Stabilità scrive, tra l’altro: “La dimenticanza che nasce dal fatto di non essere tornati alla Legge 342/2000 art. 63 spero venga ovviata attraverso gli emendamenti che verranno presentati dai parlamentari a noi vicini……”
In effetti è stato presentato l’emendamento 33.177 alla Legge di Stabilità 2016,  successivamente dichiarato non ammissibile per mancata copertura finanziaria.
Da un esame superficiale del testo (vedi allegato) si sarebbe portati a pensare che si tratti di una pedissequa riscrittura del testo originale dell’Art. 63 della Legge 342/2000 (prima delle modifiche apportatevi dalla Legge di Stabilità 2015) ed infatti alcuni ci sono cascati.
Ma così non è: ci sono due differenze rispetto al testo originale.
La prima è stata inserita probabilmente al solo scopo di rendere l’argomento interessante per la Commissione Bilancio del Senato, è cioè sancisce l’aumento da € 25,82 a € 75,00 dell’importo forfettario da pagare.
La seconda differenza consiste in una breve frase inserita nel comma 1) che riguarda esclusivamente i veicoli di trenta o più anni.
Questa frasetta, testualmente dice: ”L’esenzione è subordinata alla certificazione rilasciata dall’ASI e per i motoveicoli anche dall’ FMI…..”
Questo significa che – qualora l’emendamento fosse passato - anche i veicoli trentennali, per essere ammessi al pagamento della tassa di circolazione forfettaria, avrebbero dovuto essere iscritti all’ASI, stravolgendo cosi lo spirito della versione originale dell’Art. 63, che ha previsto il beneficio per tutti  i veicoli, esclusi quelli adibiti ad uso professionale
Chi avrà mai suggerito questa aggiunta ai firmatari dell’emendamento 33.177 ??
Sarebbe quanto mai opportuno o, meglio, indispensabile che tutti, ma in particolare i membri del Parlamento chiamati a legiferare, tenessero ben presente quanto affermato con Sentenza n. 3837 del 15 febbraio 2013 dalla Corte Suprema di Cassazione Sez. VI e cioè che “….confliggerebbe invece con il principio costituzionale di eguaglianza (non potendo il legislatore precostituire in favore di singoli soggetti privati, quali l'ASI, una vera e propria rendita di posizione)….
Associazione Amatori Veicoli Storici  A.A.V.S.

venerdì 27 novembre 2015

"Panni Alti - Vintage Expo" - 27/28/29 Novembre



L’Historic Club Schio organizza per il 27/28/29 Novembre nel centro storico di Schio al Lanificio Conte (Spazio Shed ed Espositivo) l’evento “Panni Alti – Vintage Expo”, una mostra mercato in stile Retrò ricca di abbigliamento, oggettistica, dischi, accessori moda, occhiali vintage, di particolari laboratori creativi e … moltissime idee per il tuo regalo di Natale Vintage!!!!
Tanti gli articoli, proposti da una trentina di selezionati espositori Vintage giunti da ogni parte d’Italia, tanti oggetti di design che riportano a stili ed epoche passate alla storia: dalle lampade in ferro alla plastica di design, per dare un tocco di esclusività all’arredamento della propria casa.

In Galleria Conte (ingresso Largo Fusinelle), Sabato e Domenica, ci sarà una Mostra ed Esposizione di moto Innocenti Lambretta accessibile dal mattino fino alle ore 20:00. La mostra è arricchita da un’esposizione di moto di proprietà di un Socio dell'Historic Club Schio.

In questa occasione Domenica mattino alle ore 11,00 verrà presentato e consegnato il DVD video della 2° edizione dell’evento “Tributo ai primi raduni del Pasubio degli anni ‘30”, evento organizzato lo scorso 12 Luglio dall’Historic Club Schio che, con una decina di motociclette degli anni 30/40, ha celebrato come un tempo chi con la propria vita difese la Patria e chi con sovraumani sacrifici sostenne l’urto delle forze nemiche.
Per un fine settimana Schio si trasforma nella capitale del vintage!
Prendi nota nel tuo calendari o: 27-28-29 NOVEMBRE !!

domenica 15 novembre 2015

SENNA-ZAFFANI VINCONO IL 13° VALPANTENA

Al traguardo di Grezzana per il Revival Rally Club Valpantena c'era anche Walter Rohrl per festeggiare i vincitori della tredicesima edizione di questo rally storico corso venerdì 13 e sabato 14 novembre. Un'edizione esaltante per numeri di iscritti, per partecipazione di equipaggi stranieri, per la presenza del numerosissimo ed ordinato pubblico sul percorso, ma velato dalle tristi notizie provenienti da Parigi.
Terzo affondo consecutivo di Maurizio Senna, che in coppia con Lorena Zaffani ha conquistato una perentoria vittoria sulla BMW 2002 TII della Scaligera Rallye imponendosi nella 6^ Divisione e conquistando anche la Supercoppa Valpantena. Dopo il successo del LessiniaSport e quello nel Trofeo Tre Regioni quest'altra chicca va a chiudere una stagione strepitosa per il pilota di Sant'Angelo Lodigiano.
Al secondo posto (+14 pen) l'equipaggio di Courmayer composto da Luigi Lanier con Diego D'Herin su una Lancia Fulvia HF della scuderia Ecurie Valle d'Aosta preparata dalla storica Officina Ferrato di Aosta, primi in 3^ Divisione. Terzi (+30 pen), ma solo dopo l'ultima decisiva prova, Coghi-Coghi con la spettacolare Opel Ascona 400 della Squadra Corse Isola Vicentina, con la quale hanno centrato il successo in 8^ Divisione.
Tra le sorprese della prima tappa Zambelli-Albieri (Fiat X1/9) che hanno mantenuto a lungo la testa della classifica. Debutto con il botto per l'equipaggio di casa Zanchi-Zanchi diciassettesimi assoluti e terzi di 6^ Divisione sulla VW Golf GTI Scaligera Rallye messa a disposizione dal papà Alberto, socio fondatore del Rally Club Valpantena.
Grande sorpresa al traguardo di Grezzana la presenza del due volte Campione del Mondo Walter Rohrl, che pur non avendo potuto partecipare a questa edizione non ha voluto mancare allo spettacolo offerto dal Valpantena. Il pilota tedesco ha premiato sulla pedana di arrivo l'equipaggio ospite di questa edizione, Lucky-Rudy, che con la Ferrari 308 GTB della Squadra Corse Isola Vicentina hanno deliziato il pubblico sulle prove cronometrate.
Tra gli equipaggi stranieri successo per Henglein-Zuckermeier con la Lancia Rally 037 che fu di Attilio Bettega, un successo che rappresenta una sorta di continuità con l'amicizia che legava il Rally Club Valpantena con il pilota di Molveno. Hanno chiuso al nono assoluto. Tra le BMW M3 a vincere il The Sounds Trophy e l'iscrizione gratuita al Valpantena 2016 l'equipaggio veronese composto da Stefano Pezzo e Davide Rossi (Scaligera Rallye). A segire Marchetto-Zamboni (Squadra Corse Isola Vicentina), Fracasso-Camponogara (Squadra Corse Isola Vicentina), Tacchella-Pertile (Scaligera Rallye) e Grobberio-Valbusa (VPN Motorsport).
Il Trofeo Buri, riservato al primo degli 89 equipaggi veronesi al via è andato a Patrik Campara e Stefano Riva, settimi assoluti al debutta sulla Opel Manta GTE della Scaligera Rallye. Per loro un totale di 67 penalità. Nella 9^ Divisione successo per i funambolici Ivo Zanini e Cornelio Menegatti (Lancia Delta 4WD/Orsara Corse).
Per chiudere nella classifica femminile vittoria annunciata per Anna Dusi e Martina Stizzoli (Fiat Ritmo 130 Abarth/Star3) mentre nelle scuderie successo della Scaligera Rallye su Squadra Corse Isola vicentina, seconda, e HCC Verona, terza.
Il presidente del Comitato Organizzatore, Roberto “Bob” Brunelli, ha ringraziato pubblicamente le Amministrazioni Comunali, gli sponsor di gara, tutte le persone che hanno lavorato per un'edizione riuscita in tutti i suoi aspetti e non per ultimi tutti e 440 i piloti iscritti. Tutti i piloti intervistati sul palco di arrivo si sono dimostrati unanimi nel riconoscere che la gara è "piaciuta" e che erano pronti e desiderosi di reiscriversi alla prossima edizione.

mercoledì 11 novembre 2015

Retro Classica in Spagna

Giunge alla sua quinta edizione Retro Classica, il salone delle auto storiche del nord della Spagna che si svolgerà a Bilbao dal 13 al 15 novembre. Al Bilbao Exibition Centre, tantissime auto e moto storiche ed uno spazio particolare dedicato alle auto sportive storiche! Una occasione per visitare anche questa splendida città basca .

End of year Auction


A Toffen - Berne (Svizzera si svolgerà domenica 28 novembre l'asta di auto e moto d'epoca End of Year Auction organizzata dalla Oldtimer Galerie International di Toffen. Stupende auto storiche, particolarissime motociclette d'epoca ed in totale più di 100 veicoli  che saranno battuti alla più famosa asta europea continentale.
Per info e catalogo +41 318196161

A Chiampo per il prossimo 12° Memorial Mariano dal Grande

Partirà il 22 novembre dalla piazza centrale di Chiampo il 12° Memorial Mariano Dal Grande, un appuntamento oramai consolidato della regolarità storica su quattro ruote. Il rallyclub Isola Vicentina, organizzatore dell'evento,si è impegnato seriamente per dare ai partecipanti (sempre numerosi anche nelle passate edizioni) l'emozione di un percorso quasi rallystico, Attesissime come sempre le regine dei rally degli anni '70, anche per la gioia dei sempre numerosi spettatori in piazza a Chiampo per la partenza alle 9.30 e lungo il percorso.

A FERRATELLO LA COPPA CITTA' DI SOLESINO


C'è stato il pieno di entusiasmo e tanta passione nella giornata del 10 novembre alla Coppa Città di Solesino, giunta alla sua terza edizione.
Oltre centrotrenta gli equipaggi al via, che per tutto il percorso hanno dato spettacolo al numeroso pubblico che si è riversato sulle strade.
E del percorso, soprattutto, bisogna dire un gran bene. Divertente e variegato, con tratti di vera competizione e allunghi in un territorio splendido, quello dei Colli Euganei che, complice la giornata luminosa e serena, hanno regalato gli scenari più eclatanti dell'autunno.Tutto questo, insieme ad un’eccellente organizzazione e all’appassionato supporto delle aziende che hanno sostenuto la manifestazione unito alla collaborazione delle scuderie padovane che hanno lavorato in sinergia  e, non ultimo, il caloroso pubblico, hanno decretato il successo di questa terza edizione della “Coppa Città di Solesino”, un evento che potrà soltanto crescere in futuro!
Un parco vetture alquanto variegato che ha coperto un vasto arco temporale dalla fine degli anni ’50 con delle ammiratissime Porsche 356 e Mercedes 190 SL, sino alle sportive ed “instant classic” dei giorni nostri, ha deliziato il pubblico presente in gran numero sin dai primi metri della manifestazione che ha visto la cittadina di Solesino messa a disposizione degli organizzatori e dai partecipanti, da un’appassionata Amministrazione. Quattro le categorie in cui erano suddivise: regolarità auto storiche dei periodi storici sino al “J1”, regolarità auto storiche del “J2”, regolarità auto di interesse storico e regolarità auto moderne, quest’ultima con 29 equipaggi al via. Un vero valore aggiunto sono state, inoltre, le due vetture provenienti dall’Autocentro della Polizia di Stato di Padova alle quali sono stati affidati i ruoli di “apripista”: una classica Alfa Romeo Giulia Super ed una rarissima – due soli esemplari circolanti rimasti – Fiat 1500 del 1966.

venerdì 6 novembre 2015

Aperte le iscrizioni alla prossima Mille Miglia

Partirà come da tradizione da Brescia la 34/ma edizione della Mille Miglia. Da oggi sono aperte le iscrizioni. Il via è previsto per giovedì 19 maggio. La carovana di auto storiche, che dal 1927 attraversa l'Italia, toccherà 200 comuni per fare ritorno il 22 maggio sempre a Brescia, dopo quattro tappe. La prima vedrà impegnati gli automobilisti da Brescia a Rimini, dopo aver salutato Ravenna e Ferrara. Da Rimini ripartirà il giorno dopo, venerdì 20, alla volta di Roma dove la concomitanza con il Giubileo costringerà ad alcune modifiche rispetto al percorso tradizionale nella consueta passerella notturna.
Sabato 21 maggio il percorso dalla capitale resterà pressochè invariato fino alla Toscana, con pausa a Poggibonsi, e tornerà a scalare i Passi della Futa e della Raticosa, teatro di epiche imprese degli assi del volante del passato. La terza tappa si chiuderà anche quest'anno a Parma da dove i corridori ripartiranno per l'ultima 'fatica'.

Risalendo da Parma la Freccia Rossa attraverserà Cremona fino a Monza, dove tornerà a disputare alcune prove nell'Autodromo. Dal circuito brianzolo, ideato e fondato nel 1922 dal bresciano Arturo Mercanti, le auto in gara attraverseranno Bergamo e quindi la Franciacorta per poi arrivare a Brescia domenica 22 maggio.

giovedì 5 novembre 2015

TUTTO PRONTO PER LA WINTER RACE

L'equipaggio Canè-Galliani
Dal 3 al 5 Marzo 2016 sarà sempre CORTINA, la “Regina delle Dolomiti” ad ospitare la quarta edizione della WinteRace, la Super Classica ACI Sport, organizzata da Alte Sfere e riservata a 80 vetture costruite entro il 1976.

Le iscrizioni sono aperte e chiuderanno il 12 Febbraio 2016.

mercoledì 4 novembre 2015

IN RICORDO DI FABIO


Un gruppo di amici più intimi ha voluto ricordare con le proprie parole uno dei supporter più appassionati dell’automobilismo storico e caro amico di tutti: Fabio Gasparini, recentemente scomparso.  Le belle parole espresse da coloro che gli sono stati più vicini ci confortano e ci trovano uniti in un simbolico abbraccio.

 Paolo Turchet
 “L’ho conosciuto nel 1988, quando è venuto ad iscriversi per la prima volta al club. Era timido e mi ha sorpreso che si iscrivesse nonostante la mancanza di veicoli storici. Due anni dopo è entrato nel consiglio ed eletto subito vice del presidente Aldo Zadro; lo è stato per due bienni e poi ha continuato come addetto alle manifestazioni dedicandosi all’organizzazione di eventi e gare.

TROFEO DELL'IMMACOLATA IL 5 DICEMBRE: APERTE LE ISCRIZIONI

Sono da oggi regolarmente aperte le iscrizioni per il Trofeo dell'Immacolata, l'appuntamento con la regolarità padovano organizzato dall'Associazione Padova Autostoriche sui Colli Euganei  in programma per il 5 dicembre per la sua terza edizione.
per info: www.patavinoautostoriche.it e il nostro post http://www.milleitinerari.blogspot.it/2015/09/il-5-dicembre-torna-il-trofeo.html

WINTER MARATHON SI PREPARA CON L'APPOGGIO DEL CENTRO PORSCHE BRESCIA

Il conto alla rovescia è iniziato: dal 21 al 24 gennaio sarà ancora tempo di Winter Marathon. La classica manifestazione invernale di regolarità per auto storiche si ripropone ricca come non mai di novità ma anche di un importante conferma: la rinnovata partnership con Centro Porsche Brescia - Saottini Auto. Dalle ore 19.00 di venerdì 20 novembre la splendida cornice della moderna concessionaria di Desenzano del Garda ospiterà per il nono anno consecutivo la conferenza stampa di presentazione della gara, inserita a calendario ACI Sport, in programma come da tradizione a Madonna di Campiglio. Durante la serata verranno presentate le numerose novità della 28ª edizione dove Centro Porsche Brescia sarà Main Sponsor e partner attivo con il proprio supporto tecnico e con alcuni dei più importanti mode lli della casa tedesca destinati all'organizzazione e come vetture al seguito.
Un'avventura notturna di oltre 400 km attraverso le più belle strade del Trentino Alto Adige e alcuni fra i più affascinanti passi dolomitici colmi di neve. 12 ore di guida lungo un impegnativo tracciato rinnovato del 60% condito da ben 55 prove cronometrate.
Le iscrizioni andranno registrate online entro il 13/12 scegliendo la più adatta fra le varie opzioni di ospitalità previste. Importanti agevolazioni per le Scuderie che iscriveranno almeno 5 o 10 equipaggi.

CHIUSE LE ISCRIZIONI AL 13° REVIVAL RALLY CLUB VALPANTENA


Si sono chiuse da poche ore le iscrizioni per il 13° Revival Rally Club Valpantena, che andrà in scena tra meno di due settimane, dal 12 al 14 novembre. Mentre sale l'attesa per la pubblicazione dell'elenco iscritti, che avverrà tra qualche giorno, è il momento di togliere il velo su una delle novità più importanti per concorrenti e spettatori, la PCT6 “Lepia”.
Nella zona che lo scorso anno ospitò uno dei controlli orari della gara, quest'anno sarà allestita una vera e propria prova cronometrata. Grazie alla collaborazione dell'HRT Corse di Antonio Avesani, i concorrenti e il pubblico potranno godere di una prova totalmente nuova, che si disputerà per oltre due terzi sullo sterrato.
Ricavata in un'area solitamente utilizzata per l'enduro, questa prova avrà uno sviluppo ad anello, e combinerà terra e asfalto per un percorso che ogni equipaggio dovrà percorrere per due passaggi. Il pubblico potrà disporsi in alcune aree già prestabilite con una piccola "tribuna" da cui assistere allo spettacolo della prova, che si correrà venerdì 13 novembre dalle ore 18:30, quindi con tutti i fari accesi e il fascino della notte come nei veri rally di un tempo.
Per garantire lo spettacolo, la prova sarà illuminata a giorno da una serie di riflettori messi a disposizione dalla ditta Cubi&Perina che copriranno sia la parte in terra che quella in asfalto. All'interno dell'area, servita da ampio spazio di parcheggio, sarà allestita anche una zona ristoro con stand enogastronomici.
L'accesso degli spettatori sarà a pagamento (5€) mentre i bambini sotto i 12 anni potranno entrare gratuitamente.
Tutti i concorrenti potranno provare la prova con vetture stradali** giovedì 12 novembre dalle ore 14:00 alle ore 17:00 e venerdì 13 novembre dalle ore 8:00 alle ore 10:00. Le coordinate per raggiungere la prova sono N 45° 24' 39, E 11° 08' 20. Dalla Strada Statale 11 Verona-Vicenza all'altezza di Vago di Lavagno seguire per Zevio. Alla rotonda dell'Iper Tosano tenere la sinistra e attraversare la zona industriale. La PCT6 sarà allestita nella Pista Enduro Lepia alle spalle dei capannoni industriali. Per accedere, all'ingresso sarà richiesta la licenza Aci Sport in corso di validità e sarà verificata la presenza sull'elenco iscritti del 13° Revival Rally Club Valpantena.       
In caso di maltempo le prove per i concorrenti non saranno effettuate.

venerdì 30 ottobre 2015

Prosevent e team bassano

La Prosevent e il Team Bassano, dopo l’esperienza della scorsa edizione, confermano che anche in occasione del 7° Tuscan Rewind Autostoriche che si svolgerà a Montalcino il 26 e 27 novembre, verrà messa in palio la “Coppa A112 Abarth Terra”.
A concorrere per il premio speciale saranno quegli equipaggi che nella stagione che va ad iniziare saranno regolarmente iscritti al “Trofeo A112 Abarth – Yokohama”, serie che il Team Bassano organizza per la settima stagione; il calendario del monomarca verterà su sei appuntamenti in programma da marzo a metà settembre. La Coppa non avrà validità per il Trofeo ma sarà una sfida nell’unica gara per autostoriche su fondo interamente sterrato, dedicata agli equipaggi delle scorpioncine che, come nelle gare di Trofeo partiranno in coda alle vetture del rally storico ed beneficeranno della stessa tassa d’iscrizione agevolata a loro riservata.
Nell’edizione 2015 i partecipanti furono quattro e furono i piemontesi Massimo Gallione e Luigi Cavagnetto ad aggiudicarsi la singolare sfida.
Sarà ancora la Prosevent di Gabriele Casadei ad organizzare la gara mantenendo il quartier generale a Montalcino mentre per quanto riguarda il programma della gara ed il percorso ci saranno novità che saranno presentate a tempo debito.
Per ora si conferma che al posto della Parata che dal 2016 non sarà più organizzabile come deciso da Acisport, verrà proposta la prima edizione del “Tuscan Classic” gara di regolarità sport, la prima in Italia interamente su fondo sterrato, la quale sarà l’evento di chiusura del Trofeo Tosco Emiliano di regolarità sport, anch’esso organizzato da Prosevent.



Ulteriori informazioni al sito web www.prosevent.com

giovedì 29 ottobre 2015

11° SAMBA SUMMIT AND VETERAN VOLKSWAGEN SHOW - SULLA LINEA GOTICA


 Una corsa sulle strade dell'Appennino tosco-emiliano, nel Comune di Firenzuola, il Il 17 e 18 ottobre scorsi, per il tradizionale Samba Summit & Veteran Volkswagen Show, classico raduno autunnale, giunto alla sua 11ma edizione. Organizzato dal Club Volkswagen Italia, federato alla Associazione Amatori Veicoli Storici A.A.V.S (www.aavs.it) sostenitrice e promoter dell'evento.
In coincidenza dei settant'anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, è stato proposto, quest'anno, un percorso storico-rievocativo lungo la Linea Gotica, una delle principali opere fortificate realizzate nel sistema difensivo tedesco che si estendeva dal Mar Adriatico al Tirreno e che proprio qui, in questo tratto di Appennino, comprendeva due Passi: quello della Futa e quello del Giogo, entrambi di estrema importanza militare. Il primo è più conosciuto ai giorni nostri per le sfide temerarie agonistiche durante la Mille Miglia, mentre il Passo del Giogo ha, per la Storia del nostro Paese, un ricordo importante in quanto è qui che avvenne lo sfondamento alleato, attuato dai contingenti anglo-americani nel Settembre del 1944 e che portò poi ad un effetto domino che si concluse con la liberazione del 25 Aprile 1945.

mercoledì 28 ottobre 2015

Il Calendario manifestazioni 2016

Ecco alcune delle manifestazioni 2016 presentate alla Fiera di Auto e Moto d'Epoca di Padova.

17 aprile
Le Strade dei quattro anelli
Audi Sport Club Marostica www.audisportclub.com

6-7-8 maggio
Coppa della Perugina - Perugia
Club AAuto e Moto d'Epoca Perugino www.coppadellaperugina.com

11-12 giugno
Rievocazione Storica Trapani-Monte Erice
Club Auto e Moto d'Epoca Sartarelli  tel. 0923-548508

24-26 giugno
Mugello Classico
Scuderia Biondetti info@scuderiabiondetti.it

2-3 luglio
Circuito del Tè rievocazione storica motociclistica
e concorso dinamico per auto - Mantova
Associazione Mantovana Auto e Moto Storiche www.amams.org

8-10 luglio
Rievocazione Storica della Stella Alpina - Alta Badia
wwwscuderiatrentinastorica.it

21-24 luglio
Coppa d'Oro delle Dolomiti Cortina
www.coppadorodelledolomiti.it

10-11 settembre
Circuito di Conegliano
Club Serenissima Storico  www.clubserenissimastorico.com

11 settembre
Trofeo Marco Magelli - Mantova
www.amams.org

15-16 ottobre
Mitteleuropean Race Trieste
www.adrenalinika.it

NOVANTAMILA VISITATORI A AUTO E MOTO D'EPOCA



Novantamila visitatori in quattro giorni di apertura, un record. La 32ma edizione di Auto e Moto d'Epoca, in Fiera a Padova, ha battuto il record del 2014 che si era attestato ad 80 mila ingressi, e si avvia per davvero a fare concorrenza alle grandi fiere dell’auto d’epoca d’oltralpe, come Essen e Parigi. E il patron Mario Baccaglini, alla fine ha confermato lo svolgimento della seconda edizione di Verona Legend Cars a Veronafiere dal 6 all’8 maggio 2016.
Negli stand dei 1.600 espositori, dei quali 300 commercianti, erano presentati oltre 4.500 modelli. Inoltre, circa 650 ricambisti e tanti, tani privati. Fin dal giorno di preapertura, giovedì 22 ottobre, si è assistito ad un vero e proprio “assalto” agli stand. Appassionati arrivati da tutta Europa, tra cui molti tedeschi, francesi, inglesi, belgi, americani, croati, serbi, olandesi e svizzeri.

martedì 27 ottobre 2015

LA COPPA D 'ORO DELLE DOLOMITI 2015 GUARDA ALL'ESTERO

Giuliano Cané
Coppa d’Oro delle Dolomiti, brand affermato del Made in Italy da esportare all’estero. Una formula di successo fatta di adrenalina della corsa e fascino delle cime patrimonio Unesco, lo spettacolo di auto pezzi unici e il glamour di Cortina d’Ampezzo. Tutto questo attrae ogni anno decine di collezionisti italiani e stranieri per cimentarsi in una competizione dal passato glorioso e dal futuro entusiasmante, su un percorso e in un periodo ideali. Ed è proprio oltralpe che Coppa d’Oro delle Dolomiti 2016 sta valutando di svolgere una tappa della gara in programma dal 22 al 24 luglio.
Di questo e delle altre novità “in cantiere” sI è parlato al Salone Auto e Moto d'Epoca di Padova in occasione della presentazione di Coppa d'Oro delle Dolomiti 2016.
Sono intervenuti Alessandro Casali, Presidente del Comitato organizzatore di Coppa d'Oro delle Dolomiti; Lucio De Mori, Presidente dell'Automobile Club Belluno; Angelo Sticchi Damiani, Presidente Automobile Club Italia. A raccontare le emozioni della passata edizione, inoltre, testimonial d’eccezione come la gloria della Formula 1 Arturo Merzario e i pluricampioni delle gare di regolarità Giordano Mozzi e Giuliano Canè.
Anche il Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani ha evidenziato la maturità raggiunta da Coppa d’Oro tale da permettere alla competizione di essere “esportata” in quanto icona vincente del Bel Paese: «Stiamo valutando con gli organizzatori la possibilità di estendere il percorso all’estero – ha dichiarato il Presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani – come avviene per altre icone dello sport come il Giro d’Italia e il Tour de France. Coppa d’Oro delle Dolomiti è un simbolo del Paese, divenuto un modello apprezzato all’estero d’interpretazione italiana dell’automobilismo sportivo, grazie anche al supporto qualificato di ACI Storico. I numeri sottolineano l’anima tricolore della corsa: delle 13 gare disputate, 12 sono state vinte da piloti italiani e 11 da auto italiane».
Ben 13 passi dolomitici, 509 km di percorso, 4 regioni attraversate, 76 vetture in gara e al seguito 4 pezzi unici al mondo, una tappa in notturna. Sono solo alcuni dei numeri della passata edizione che ribadiscono la formula vincente di Coppa d’Oro ed un trend in continua crescita in termini di iscritti, pubblico e media italiani e stranieri.
«Coppa d’Oro delle Dolomiti - ha dichiarato il Presidente del Comitato organizzatore Alessandro Casali - si conferma sempre più un evento internazionale. Quest’anno sono già 15 i Paesi che si stanno pre-iscrivendo e collezionisti con auto sempre più importanti stanno testimoniando la loro volontà di partecipare ad una delle tre più importanti gare di regolarità italiane».
La presentazione di Coppa d'Oro delle Dolomiti 2016 è stata anche occasione per mostrare al grande pubblico il Libro fotografico dell’edizione 2015 ricco di approfondimenti e immagini dal grande impatto. Ma anche per ammirare la Fiat 508 Balilla sport che ha condotto al traguardo l’equipaggio formato da Andrea Vesco e Andrea Guerini.
Sarà possibile iscriversi alla gara sul sito www.coppadorodelledolomiti.it dalla metà di gennaio 2016. Alla corsa sono ammesse fino ad un massimo di 120 auto costruite tra il 1919 e il 1961. E’ prevista, inoltre, una categoria speciale con apposita classifica riservata ad un massimo di 30 vetture realizzate tra il 1962 e il 1965 che si sono distinte per meriti sportivi o di particolare interesse storico.


sabato 24 ottobre 2015

CODE FIN DAL MATTINO AD AUTO E MOTO D'EPOCA A PADOVA



E’ iniziata fin dal mattino la coda per entrare al secondo giorno di Auto e Moto d’Epoca: il Salone dell’Auto che ha portato in anteprima nazionale le ultimissime novità nel mondo dei motori e migliaia di veicoli storici a disposizione degli appassionati. 
Pezzi rarissimi come l’Isotta Fraschini del 1931 , auto da sogno come le Ferrari F 40 o i gettonatissimi maggiolini per i più giovani collezionisti accanto a oltre 4mila modelli di tutte le epoche e varietà.
Nella mattinata una nota di colore la porta Emilio Zumerle, socio Fiat 500 Club Italia che, alla bella età di 103 anni, guida ancora la sua 500, premiato alla presenza del presidente ASI Roberto Loi . Per Loi “si conferma la centralità dell’Heritage nella cultura dell’auto. Il motorismo storico sta assumendo proporzioni mondiali. Ciò ha implicazioni per l’industria automobilistica odierna: il mondo del veicolo storico non può che essere un modo per affermare la propria peculiarità. Ogni costruttore trae dalle radici la linfa per migliorare la propria produzione”.
Arrivato nel pomeriggio ad aprire il grande incontro con tutte le Case partecipanti ad Auto e Moto d’Epoca il presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani, per il quale “L'auto è il fil rouge delle nostre passioni. L'Automobile Club d'Italia ha creato una struttura ad hoc come ACI Storico proprio per salvaguardare i valori fondanti del Club degli automobilisti, facilitando i collezionisti nel godimento della propria passione indipendentemente dagli aspetti burocratici e fiscali. Per portare nel futuro la grande tradizione automobilistica italiana, ACI presenterà nei prossimi giorni a Roma il frutto dell'accordo con i Salesiani con l'avvio a settembre di quest'anno dei corsi per restauratori di auto d'epoca”. 
Proseguono gli incontri su cultura e attualità dei motori nello Stand ACI. In mattinata, davanti agli studenti delle scuole superiori, un incontro su
sicurezza e mobilità sostenibile. Tra le case History quella di Volvo che, con il progetto VISION 2020, punta ad azzerare il rischio di rimanere vittime di incidenti stradali alla guida delle auto svedesi. Partito nel 2007, il progetto è già riuscito a dimezzarli.


Guida per i visitatori è stata l’innovativa l’app di Vodafone, scaricabile per smartphone e tablet Android e iOS, che permette di accedere in modo semplice e veloce a tutte le informazioni utili sul Salone, essere sempre aggiornato su tutte le novità, caricare i post dei visitatori e mettere alla prova con un Quiz motoristico per appassionati.

giovedì 22 ottobre 2015

L’A.S.I. AD “AUTO E MOTO D’EPOCA”PER RACCONTARE LA STORIA DELLA COLLEZIONE BERTONE

Anche quest’anno l’A.S.I. - Automotoclub Storico Italiano - sarà presente alla fiera “Auto e Moto d’Epoca” di Padova, che apre i battenti oggi giovedì 22 ottobre.
Fiore all’occhiello delle numerose iniziative che si svolgeranno nello stand A.S.I., sarà l’appuntamento di sabato 24 dedicato alla collezione Bertone: verranno infatti raccontati al pubblico presente i più significativi fra i 79 gioielli a quattro ruote della famosa Carrozzeria torinese, battuti all’asta lo scorso 28 settembre e acquisiti dall’ASI.
“La nostra Federazione, - dichiara il Presidente dell’ASI l’Avv. Roberto Loi - ha come scopo quello di conservare in tutte le forme possibili il patrimonio storico motoristico, raccontandolo e facendolo vivere a tutti gli appassionati e non poteva, quindi, mancare a questa manifestazione. Questo appuntamento ogni anno raccoglie molti appassionati italiani e stranieri per raccontare a tutti la collezione Bertone che da poco asi ha acquisito all’asta che rappresenta un esempio delle abilità dei carrozzieri italiani applicata alla cultura del progetto, un know-how che tutto il mondo ci invidia”.
Lo stand di 200mq non sarà solo un luogo dove appassionati e curiosi potranno chiacchierare e riposarsi, ma sarà un luogo di aggregazione, dove si svolgeranno numerose iniziative ed incontri.
Sabato 24 alle 11:00 verrà presentato il libro “Ferrari debutto a Caracalla” edito da Asi Service e scritto da Valerio Moretti, architetto e urbanista che è stato uno fra i promotori dell’automobilismo storico in Italia. Il libro racconta, dopo lo sfortunato esordio in corsa della prima Ferrari a Piacenza l’11 maggio 1947 (un “insuccesso promettente”, come commentò lo stesso Enzo Ferrari), la vittoria che arrivò due settimane dopo al gran premio di Roma, presso le terme di Caracalla.
Domenica 25, a partire dalle ore 11:00, diversi personaggi illustri del motorismo storico verranno ospitati dall’A.S.I. per raccontare la loro esperienza. Sarà presente, infatti, Paolo Stanzani, ingegnere italiano, che ha lavorato per moltissimi anni nella Casa con il marchio del Toro. L’ospite che verrà intervistato da Danilo Castellarin, giornalista e scrittore, racconterà la storia della celebre casa automobilistica fondata nel 1963 a Sant’Agata Bolognese.
Alle ore 11,45 Alessandro Colombo, intervistato da Paolo Conti, racconterà in questa occasione la sua affascinante storia, i personaggi conosciuti e i progetti più importanti che l’hanno visto impegnato durante i numerosi anni di lavoro in alcune importati case automobilistiche come Bianchi e Innocenti. L’ingegnere  meccanico che è stato dal 1988 al 2004 Presidente dell’Associazione Italiana per la Storia dell’Automobile ha scritto anche alcuni volumi  editi da Asi Service: “ Dalle Auto Bianchi alle Autobianchi”, “Le moto della Bianchi” e “Le auto della Innocenti”.

TUTTO PRONTO PER AUTO E MOTO D’EPOCA 2015




Auto e Moto d’Epoca 2015 ha aperto i battenti oggi, giovedì 22 ottobre con la Giornata di Preview ed inaugurazione ufficiale alle 11:30 nel Padiglione per l’appuntamento leader dei motori in Italia.
Una fiera costruita attorno ai visitatori e dedicata a tutte le anime della passione per l’auto. Un nuova formula di Salone che vede nell’Heritage il patrimonio della contemporaneità. 18 Case, 4mila auto, 300 commercianti, 650 ricambisti tra i 1600 espositori, grandi designer, anteprime di Francoforte e auto secolari all’inaugurazione di Auto e Moto d’Epoca 2015. 
Novità automobilistiche ancora da immettere nel mercato italiano, grandi piloti, modelli secolari, migliaia di Young e Oldtimer vintage, ricambi originali e artigianato dedicato al mondo del viaggio coprono ogni settore della passione automobilistica. Inoltre, un Salone del Contemporaneo, con 18 Grandi Marchi presenti, e tantissime anteprime nazionali e tutte le novità del settore. Mercedes S Cabrio, la nuova BMW 3, il nuovo SUV Bentayga, la nuova Smart cabrio – tutte presentate in anteprima mondiale a Francoforte – tra le molte auto per la prima volta viste in Italia al fianco della Q30 infiniti, la Giulia Quadrifoglio, la Porsche 4S limited edition e le serie Autobiography di Range Rover e Defender. La Fiera di Auto e Moto d'Epoca di padova è la fiera leader dell’Heritage. Nessuna Fiera unisce passato e presente dell’auto con tanta convinzione quando Auto e Moto d’Epoca.
Tra le auto in assoluto più antiche e rare,la Lancia Beta20 HP del 1911, uno dei gioielli del Museo Nicolis di Villafranca, prodotta in 150 esemplari a partire dal 1909.  Con cilindrata di 3118,81 cc, potenza di 34 CV a 1500 giri/minuto, può raggiungere la velocità massima di 95 km/h.  Maserati, invece, espone per la prima volta in un Salone internazionale, l’unico esemplare della Tipo 124 del 1974.  Anche dai Club e dai registi storici arrivano dei veri gioielli del passato. Scuderia Jaguar Storiche porta a Padova le Jaguar XK 120 OTS del 1951 e la FHC ’54.
Una presentazione imperdibile è quella offerta dal Registro storico Autobianchi che porta in mostra a Padova tutti i modelli di un nome entrato nella storia e nel costume fin dal suo debutto.
Tra i moltissimi altri Club presenti a Padova, spiccano il Registro Italiano Aurelia con il 60 anniversario della Aurelia B24 Spider; il Veteran Car Club Padova con una retrospettiva di spider anni '50 e '60, tedesche, italiane, inglesi e americane; e, infine, Circolo Veneto Autostoriche, uno dei club più antichi che esporrà una collezione di rare Barchette da corsa.
Il più importante mercato in Europa 4mila auto d’epoca in vendita, una panoramica completa. Quest’anno protagoniste sono le Ferrari: una panoramica completa del cavallino rampante: raffinate gran turismo degli anni '60; supersportive degli anni '80 come la Ferrari Testarossa e la F40; berlinette a 8 cilindri, dalla 308 sino alle declinazioni più recenti come la 348 e la 355.  Anche per gli amanti di Porsche, Auto e Moto d’Epoca sarà una vera e propria gallerie delle meraviglie, con gli esemplari più rari e ricercati: si parte con uno dei 170 esistenti al mondo del 911 turbo S del 1997, a fianco del 911 2000 del 1965, del 911 1973 modello 2.4 T, del 911 3000 SC 1983, del 996 GT3 RS e del Turbo 33 1986. E ancora: piloti, designer di fama mondiale come Giugiaro, Benedini e Pininfarina, il progetto di candidatura del Motor Heritage a Patrimonio dell’Unesco sono solo alcuni degli appuntamenti fissati per il giorno di Preview (Programma Preview).  Padova è anche la cornice per lanciare “Bulli&Bulloni”, l’inedita webserie con Enrico Brignano dedicata alle vetture storiche trasmessa in esclusiva sulla piattaforma TV di Quattroruote a partire dal 26 ottobre.

IL REVIVAL VALPANTENA GEMELLATO CON IL GR.B RALLYELEGENDEN


Lo potremmo definire il Valpantena austriaco vista la comunanza di impegno e passione che accomuna queste due manifestazioni. Stiamo parlando del GR.B Rallyelegenden, che si svolge da qualche anno a Saalfelden in Austria.
Stessa passione, stesso entusiasmo e voglia di crescere, con quello spirito che ha fatto anche del Revival Rally Club Valpantena una manifestazione internazionalmente riconosciuta: promuovere e condividere lo sport dell’automobile facendo rivivere i momenti d’oro del rallysmo internazionale grazie alla partecipazione dei collezionisti e degli appassionati di tutta Europa.
Nasce da qui la collaborazione tra le due manifestazioni, concretizzata in un gemellaggio sportivo proprio nell’anno in cui il Revival Rally Club Valpantena ha già registrato un boom di iscrizioni di equipaggi stranieri, già confermati in grande numero all’evento che accenderà i cuori degli appassionati dal 12 al 14 novembre prossimi. Tra le auto che arriveranno in Italia molte Audi, BMW, Opel e anche uno straordinario esemplare di Lancia Rally 037.
Il Comitato Organizzatore è fermamente convinto che questo gemellaggio sia un ulteriore passaggio per promuovere il Valpantena all’estero, per attrarre partecipanti, spettatori e media anche da fuori Italia offrendo loro l’opportunità di conoscere da vicino l’eccellenza sportiva della manifestazione ma anche l’eccellenza paesaggistica e culturale del territorio veronese che ospita la kermesse di fine stagione.
«Ci fa piacere promuovere anche in Italia questa gara» hanno commentato dal Comitato Organizzatore del Valpantena, «nell’ottica di una reciproca collaborazione che ci auguriamo possa evolversi in interessanti sviluppi futuri».

IL 5°TROFEO LAGO E COLLINE GIUNTO AL TRAGUARDO

Pure quest’anno come nelle quattro edizioni precedenti il Trofeo Lago e Colline nato quasi per gioco a voluta del nostro socio Gianfranco Loncrini,grazie al suo solito impegno e capacità organizzativa è stato un  successo. Come gli anni precedenti  la chiusura delle iscrizioni è stata anticipata perchè la gara ha raggiunto da subito il numero massimo di iscritti, e già questo prova il buon risultato di questa gara di una giornata, veloce e frizzante.
Come nelle passate edizioni ogni anno qualche cosa di nuovo c'è stato, a partire dalla nuova location. Infatti, quest’anno per la prima volta la partenza è avvenuta dal Lidio di Cisano praticamente sulla riva del lago di garda. Peccato per il tempo nuvoloso e con qualche goccia di pioggia ..... Come al solito colazione offerta dal club HCC a tutti gli iscritti per poi dirigersi dopo il briefing verso le colline Gardesane affrontando una serie di tornanti per affrontare un anello di P.C. passando dai comuni di Bardolino,Costernano,Affi con il primo C.T. e Rivoli Veronese per affrontare la seconda serie di P.C. concatenate alle prime su strada appositamente chiusa al traffico.
A metà mattina sosta di 40 minuti presso la cantina Gentili a Pesina dove i proprietari ci attendevano con entusiasmo e grandi preparativi dove c’era di tutto e di più dal mangiare al bere (cosa sempre gradita da tutti)e dove all’uscita veniva pure offerta una bottiglia di buon vino ad ogni auto.
Via tutti in direzione di Caprino Veronese dove proprio all’interno del cortile del Comune attendeva i concorrenti il Presidente e staff dell’AVIS con il loro gazebo per il secondo C.T. A loro va un grazie doveroso per la loro preziosa collaborazione che si protrae ormai da diversi anni.
Passando al centro della piccola e caratteristica frazione di Lumini di San Zeno di Montagna, via verso il terzo gruppo di P.C. su un percorso
seppur impegnativo molto apprezzato da tutti i concorrenti per le sue caratteristiche su una stradina piuttosto stretta e tortuosa che va dalla discesa alla salita per poi scendere di nuovo verso il lago per affrontare nuovamente le prime due serie di P.C. e terminare la manifestazione con i ringraziamenti da parte di tutti ed in particolar modo dal Presidente HCC Verona Francesco Bozza al socio Gianfranco Loncrini per il suo solito impegno e ottima riuscita della manifestazione organizzata con la collaborazione dell'AVIS, dei Comuni e delle Autorità locali. Per tutti grande festa al ristorante Al Forte di Pastrengo e le premiazioni per i primi, nell'ordine:
1° classificato : Fontana Armando  Scozzesi Tiziana su A112 Abarth
2° classificato : Foccoli Umberto  Ghisa Pierangela su Mini Cooper
3° classificato : Fanti Lucia  Franchini Alessandra su Autobianchi A112