mercoledì 19 settembre 2018

Una rara Fiat 1100 103 Elite Vignale 56 vince il Primo Trofeo “Motori in Piazza”



Appia

Nel quadro delle manifestazioni del  "Val Trompia street food festival" l’evento dedicato al cibo di strada di qualità proveniente da tutta Italia, il “Club Motori Storici Lumezzane” ha organizzato in collaborazione con il “Centauro Club” di Villa Carcina il 15 settembre una esposizione di veicoli (auto e moto) di interesse storico. 30 erano le auto presenti, tra cui una Lancia d Ardea 4^ serie del 1950, p una Lancia Appia 2^ serie del 1957 (con alcuni slogan personalizzati quali “ L’Appia non ti lascia mai a piedi”), due classiche Fulvia 3 conservate del 1975, una Alfa Romeo Giulietta Spider Veloce, una Giulia spider 1600, una GT Junior unificata ed un' Alfa 75. Fra le Fiat, una 1100 103 Elite Vignale 56, affiancata da una Fiat 1200 GT Viotti del 1960, Fiat 1500 Spider, la classica Fiat 500 L nel sempre elegante blu’ scuro ed infine una Fiat 124 sport coupè 2^ serie. Per le straniere  una Morris Minor cabrio rhd, una Skoda Felicia spider ed un ottimo esemplare di Volkswagen Typ 11 mod 113 del 1965. A seguire, Innocenti, Triumph e Mercedes. L’Amministrazione Comunale alla presenza del Sindaco Gianmaria Giraudini, ed all’Assessore alle Attività Sportive Stefano Colosio, ha conferito il riconoscimento come PRIMO PREMIO VETTURA STORICA alla rarissima, quanto ormai unica Fiat 1100 103 Elite Vignale ’56. Questa vettura è una elaborazione Vignale, su disegno di Giovanni Michelotti realizzata su base Fiat 1100 103 prima serie. Oltre ai preziosismi estetici e cromatici la vettura si caratterizza da essere una matching number, con targhe e documenti originali, in ottimo stato conservativo. Una vera rarità . Per le moto storiche il premio è stato attribuito ad una delle ultime MV 125 a 4 tempi,  costruite prima della chiusura dello storico marchio. Dopo la premiazione, il Club Motori Storici Lumezzane ha tenuto delle dimostrazioni di prove di regolarità, dove il pubblico ha potuto avere la possibilità di cimentarsi come navigatori fino a sera, con prove in notturna.
www.motoristoricilumezzane.com

lunedì 17 settembre 2018

ANCORA NOVITA' ALLA PARMA-POGGIO DI BERCETO



Verrà celebrato, alla Parma-Poggio di Berceto 2018, il 70° Anniversario della Porsche, con un Tributo riservato ai modelli sportivi della Casa di Stoccarda, dalla 356 alla 991 GT3 RS. I Partecipanti con le loro splendide Porsche seguiranno il Percorso e il Programma della Parma-Poggio di Berceto 2018 sia Sabato 29 che Domenica 30 Settembre, senza il rilevamento dei tempi nelle Prove.
Il Ttibuto Porsche si aggiunge dunque agli altri importanti Premi in palio per questa gara:
Collector's & Design Cup Trofeo Barchette
Trofeo A.A.V.S. - FIVA
Trofeo del Prosciutto di Parma
Trofeo Farnese
Trofeo Gioiellerie Valenti
Trofeo Scuderia Ferrari Club Parma
Trofeo Unione Nazionale Veterani dello Sport
Trofeo Luciano Botto
Trofeo Gruppo ZATTI
e il nuovo Trofeo dei Musei del Cibo
La manifestazione prenderà il via alle ore 13.00, con il CIRCUITO DI PARMA - “Trofeo del PROSCIUTTO”, Manifestazione, nella Manifestazione, con quarantadue prove di regolarità, parzialmente concatenate, con premiazioni separate rispetto alla Parma-Poggio di Berceto, che porterà i Concorrenti da Sala Baganza a Monte delle Vigne e successivamente ancora alla Rocca di Sala Baganza, quindi nel centro di Collecchio. A seguire, grande Serata di Benvenuto  al Ristorante Corte di Giarola a Collecchio - PR.
Domenica 30 Settembre, dal Teatro Regio di Parma la partenza della prima vettura alle ore 9.31, poi via via tutte le altre, ad intervalli di trenta secondi una dall’altra. Una volta in marcia, gli equipaggi, prenderanno la via della località appenninica di Berceto, attraversando i comuni di Parma, Collecchio, Sala Baganza, Fornovo di Taro e Terenzo: un percorso totale di 140 km, con cinquantotto prove di regolarità, parzialmente concatenate, che consentirà ai Partecipanti di ripercorrere il tracciato della leggendaria corsa in salita che, nel corso della sua gloriosa storia, vide disputarsi ventuno edizioni di velocità, quindici, dal 1913 al 1955, sul tratto Parma - Poggio di Berceto e sei edizioni dal 1962 al 1975, sul tratto Fornovo - Monte Cassio.
Nella competizione di allora  si sono cimentati piloti di fama internazionale quali Giuseppe Campari, Antonio Ascari, Luigi Villoresi ed Enzo Ferrari che nel 1919, poco più che ventenne, scelse la Parma-Poggio di Berceto come esordio nel mondo delle competizioni, sedendo al volante di una CMN. Arrivò undicesimo assoluto e quarto di Categoria. Vinse Antonio Ascari su Fiat in 38’ 11” 1/5, alla media di km 83,275.
Questo il programma delle manifestazioni:
Verifiche sportive:Sabato 29 Settembre 2018 dalle ore 8.30 alle ore 12.30, alla Rocca di Sala Baganza - PR; Domenica 30 Settembre 2018 dalle ore 8.00 alle ore 9.00, in Piazza Duomo a Parma - PR.
Verifiche tecniche:Sabato 29 Settembre 2018 dalle ore 8.30 alle ore 12.30, alla Rocca di Sala Baganza - PR;
Sabato 29 settembre 2018 dalle 13.00 partenza del Circuito di Parma - Trofeo del prosciutto da Sala Baganza
Domenica 30 Settembre 2018 dalle ore 8.00 alle ore 9.00, in Piazza Duomo a Parma - PR.
Partenza della Manifestazione: Domenica 30 Settembre 2018.
Partenza del 1° concorrente: Alle ore 9.31 dal Teatro Regio di Parma.
Arrivo del 1° concorrente: Domenica 30 Settembre 2018 alle ore 13.30 al Ristorante Corte di Giarola,
Collecchio - PR.
PREMIAZIONI:
Alle ore 16.00 di Domenica 30 Settembre 2018 al Ristorante Corte di Giarola, Collecchio - PR.
PERCORSO:
Domenica 30 Settembre 2018:
Parma - Collecchio - Sala Baganza - Boschi di Carrega - Talignano - Gaiano - Fornovo di Taro - Terenzo
Cassio - Berceto – Cassio - Terenzo - Fornovo di Taro - Gaiano - Boschi di Carrega - Collecchio.
Per un totale di km 140 e 58 PC parzialmente concatenate.
OSPITALITA’:
Sabato 29 Settembre 2018:
- ore 14.00 Buffet a Monte delle Vigne, Ozzano Taro - PR;
- ore 16.30 Buffet alla Rocca di Sala Baganza - PR;
- ore 20.30 Serata di Benvenuto al Ristorante Corte di Giarola a Collecchio - PR.
Domenica 30 Settembre 2018:
- Pranzo al Ristorante Corte di Giarola a Collecchio - PR.
COSA SI FA:
Sabato 29 Settembre, una volta terminate le verifiche tecnico-sportive, a Sala Baganza - PR, si terrà la presentazione degli equipaggi al pubblico.
Prenderà il via, alle ore 13.30, il CIRCUITO DI PARMA - “Trofeo del PROSCIUTTO”, Manifestazione, nella Manifestazione, con quarantadue prove di regolarità, parzialmente concatenate, con premiazioni separate rispetto alla Parma-Poggio di Berceto, che porterà i Concorrenti da Sala Baganza a Monte delle Vigne e successivamente ancora alla Rocca di Sala Baganza. A seguire, grande Serata di Benvenuto al Ristorante Corte di Giarola a Collecchio - PR.
Domenica 30 Settembre, dal Teatro Regio di Parma la partenza della prima vettura alle ore 9.31, poi
via via tutte le altre, ad intervalli di trenta secondi una dall’altra. Una volta in marcia, gli equipaggi,
prenderanno la via della località appenninica di Berceto, attraversando i comuni di Parma, Collecchio, Sala Baganza, Fornovo di Taro e Terenzo: un percorso totale di 140 km, con cinquantotto prove di regolarità, parzialmente concatenate, che consentirà ai Partecipanti di ripercorrere il tracciato della leggendaria corsa in salita. Nel corso della sua gloriosa storia, ventuno edizioni di velocità, quindici, dal 1913 al 1955, sul tratto Parma - Poggio di Berceto e sei edizioni dal 1962 al 1975, sul tratto Fornovo - Monte Cassio, si sono cimentati piloti di fama internazionale quali Giuseppe Campari, Antonio Ascari, Luigi Villoresi ed Enzo Ferrari che nel 1919, poco più che ventenne, scelse la Parma-Poggio di Berceto come esordio nel mondo delle competizioni, sedendo al volante di una CMN. Arrivò undicesimo assoluto e quarto di Categoria. Vinse Antonio Ascari su Fiat in 38’ 11” 1/5, alla media di km 83,275.”
Sabato 29 Settembre 42 PC - Domenica 30 Settembre 58 PC. totale : 100 Prove Cronometrate!

TANTE NOVITA' ALL'ACCADEMIA DEL RESTAURO VEICOLI STORICI



Riprendono le attività di Accademia restauro veicoli storici. Nel mese di ottobre si svolgerà il corso "Tecniche di battilamiera applicate al restauro" di 16 ore. In allegato trovate la scheda di iscrizione da compilare e inviare via mail a accademia.restauro@pd.cna.it o a mezzo fax al n° 049 807.71.85.
Il corso si svolgerà nei giorni sabato 6 ottobre e sabato 13 ottobre dalle ore 9.00 alle 18.00 presso il C.T.V. in Via San Marco 47 a Padova.
Per quanti hanno già fatto questo Corso Base informiamo che stiamo organizzando il Corso Avanzato in modalità laboratorio. Inizio delle lezioni è previsto o il secondo o il terzo sabato di novembre.

GRANDE ATTESA PER IL CONVEGNO ASI A PALAZZO KOCH




Fervono i preparativi per il Convegno organizzato dall’ASI - Automotoclub Storico Italiano dal titolo “ Il futuro del motorismo storico – un patrimonio culturale, turistico ed economico da salvaguardare e sviluppare”, che si terrà il prossimo 20 settembre presso la  Sala Koch di Palazzo Madama alle 15. I posti in sala sono esauriti, vista l'importanza dei temi trattati e la presenza di personalità politiche e culturali di spicco. 
 Ad aprire i lavori il presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati, ed a seguire la presentazione del presidente dell'ASI Maurizio Speziali, di Patrick Rollet, presidente FIVA - Fédération Internationale Vehicules Anciens, e del presidente ACI - Automobile Club d'Italia Angelo Sticchi Damiani.
Seguiranno vari interventi sul tema del motorismo storico e della sua tutela, oltre ad un interessante approfondimento statistico a cura dell'Istituto Piepoli.
Alle ore 17.30 le conclusioni e la chiusura a cura del presidente ASI Maurizio Speziali.
Con questa iniziativa ASI intende focalizzare nella sede istituzionale più importante l'attenzione sui veicoli storici e sulla loro tutela, presentando, numeri alla mano, quale peso sociale possono rappresentare le associazioni, i club e tutti gli appassionati che che gravitano intorno a questo settore.
Intanto procede spedito il countdown verso Asiautoshow in programma a Roma dal 21 al 23 settembre. Parteciperanno oltre 100 equipaggi in rappresentanza di una cinquantina di club federati. Le iscrizioni sono giunte da ogni parte d’Italia. Inoltre il 23 settembre in molte piazze d'Italia i Club Federati ASI organizzeranno raduni, mostre e convegni per promuovere la cultura del motorismo storico.
Infine l'attesa manifestazione ASI dedicata ai veicoli storici,  Asimilshow, organizzato dalla Commissione Veicoli Militari. La manifestazione si terrà dal 5 al 7 ottobre nel ponente ligure, a Villanova d’Albenga.

RADUNO ALFA ROMEO-TRIBUTO A MARCO MAGELLI

Venerdì 21 settembre p.v. alle ore 18,00, presso la Galleria Nazionale del Corpo dei Vigili del Fuoco
di Mantova in largo Vigili del Fuoco 1, si terrà la presentazione del “RADUNO ALFA ROMEO – TRIBUTO A MARCO MAGELLI”.
Il raduno è dedicato alle auto del marchio milanese, sia storiche che moderne, in programma
domenica 30 settembre in piazza Castello a Mantova.
Organizzato dall’Associazione Mantovana Auto e Moto Storiche “Tazio Nuvolari” ente federato ASI, sarà titolato a Marco Magelli, socio fondatore del club.
L’evento è patrocinato dalla Provincia di Mantova, dal Comune di Mantova, Automobilismo d’Epoca
e vedrà la partecipazione del Club Alfisti Veneto.
Durante la presentazione verranno illustrati il programma della giornata e le auto speciali in mostra.

4° TROFEO NORD OVEST - AUTO STORICHE





Si terrà Domenica 7 ottobre 2018 a CASALE CORTE CERRO (VB) il Sesto appuntamento 2018 del TROFEO NORD OVEST: il meeting TO REMEMBER FRANK POZZI, Evento non competitivo - regolaristico misto. 80 Km nel Nord del Piemonte sulle strade del Cusio.
Organizzatori dell'evento: CORRERE PER UN SORRISO ASD No Profit
Per info:
www.correreperunsorriso.org
correreperunsorriso@gmail.com
Tel. 393 5004040 - 342 5550055 - 3400788888

TORNA IL MEETING DI SPOTORNO


mercoledì 12 settembre 2018

APERTE LE ISCRIZIONI ALL'8° DUE VALLI CLASSIC

Meno un mese al l'8° Due Valli Classic ultimo atto del Trofeo Tre Regioni di Regolarità Sport. Aperte il 12 settembre, le iscrizioni della manifestazione organizzata dall'Automobile Club Verona, chiuderanno lunedì 1 ottobre. Tutto in una notte. Come nelle migliori tradizioni dei rally anni Ottanta, come la notte del Rallye Sanremo, come il Col de Turini. Il Trofeo Tre Regioni in Lessinia per una notte indimenticabile
Ecco le novità di questa edizione: una sola tappa, venerdì 12 ottobre, tutta in notturna, con una prova cronometrata a tempo, la “Erbezzo” da ripetere per due volte, suddivisa in quattro rilevamenti, per un totale di otto rilevamenti complessivi, spalmati su 162km di percorso e oltre 45km cronometrati. Ma non finisce qui, perché ad aprire la manifestazione, nel primo pomeriggio di venerdì 12 ottobre, anche i concorrenti della Regolarità Sport affronteranno lo straordinario palcoscenico della Super Prova Spettacolo “Città di Verona” la prova spettacolo intitolata alla Concessionaria Alfa Romeo Fratelli Girelli disegnata dallo staff dell'AC Verona al Parcheggio C dello Stadio Bentegodi e che il Due Valli Classic affronterà come una vera PCT, con il nono pressostato in programma.
Gli appassionati di Verona e non solo sono in attesa anche del grande happening che porterà il rally in città. Sul sito www.rallyduevalli.it, saranno a breve online i dettagli per l'acquisto dei biglietti di accesso alla Rally Due Valli Arena, ovvero il Parcheggio C dello Stadio Bentegodi, che ospiterà la prova spettacolo. Nuova, ridisegnata e più spettacolare che mai, la “Città di Verona” potrà essere seguita da una tribuna (biglietti 20€) o dal parterre (biglietti 10€), per una serata di sicuro spettacolo. E lo spettacolo lo offriranno sicuramente i concorrenti della Regolarità Sport nel toboga iniziale, una sorta di antipasto prima di prendere la via della Lessinia, dove si consumerà la sfida contro i pressostati nella notte veronese.
Solo chi saprà interpretare al meglio il buio, come nelle gare vere degli anni Ottanta, potrà concedersi l'arrivo al Parco Assistenza di Veronafiere, Parcheggio P3 di fronte al Pala Expo, previsto alle 23:30.
Ma non è tutto, perché l'Automobile Club Verona è al lavoro per organizzare una cerimonia di premiazione notturna, solo per la regolarità sport, assolutamente indimenticabile. L'epilogo dell'evento sarà ospitato infatti all'interno del Pala Expo intorno alla mezzanotte, in una Sala Stampa allestita per l'occasione. Per chiudere l'evento, dopo la consegna di coppe e trofei, anche un buffet di arrivederci.

martedì 11 settembre 2018

GRAN FESTA PER I VENT'ANNI DEL CIRCUITO DI CONEGLIANO



Gran festa dello sport per la ventesima edizione della Rievocazione storica del Circuito di Conegliano, svoltasi domenica 9 settembre sotto la perfetta regia del Club Serenissima Storico, che ha festeggiato un altrettanto importante compleanno: i 30 anni dalla fondazione.
Il 'Circuito di Conegliano', con i suoi successi, è per davvero il clou del fitto calendario di manifestazioni organizzate ogni anno dal sodalizio presieduto dall'appassionato Giorgio Foramiti, che anche quest'anno ha chiuso in bellezza la stagione agonistica 2018.
Non sono solo le venti edizioni di questa gara (che la rendono una delle manifestazioni Asi di più lunga data) ad attribuirle un grande prestigio, bensì anche il legame con la storia: l'evento rievoca infatti uno storico circuito automobilistico in cui si gareggiava sfruttando queste strade fin dai primi anni del Novecento, e che vide tra gli altri al via anche il mitico Ettore Bugatti. Allora su strade sterrate, oggi in asfalto, ma con lo stesso fascino.
E quest'anno Giorgio Foramiti ed i suoi ragazzi sono riusciti nel trovare ancora una volta un itinerario che ha affascinato tutti i 50 e passa concorrenti: tutto corso tra le Colline del Prosecco. In soli 110 chilometri di percorso, il Circuito storico di Conegliano ha soddisfatto sia i 'prof' del cronometro che i 'turisti', con un ritmo serrato e coinvolgente, che in sole cinque ore di gara ha portato i concorrenti da Conegliano a Vittorio Veneto e ritorno, su u giù tra colline e strade verdeggianti.
Come da tradizione il via è stato dato dal centro della cittadina: alle 9.01 il numero uno ha preso il via da Viale Carducci con la prima prova cronometrata, inizio delle varie serie di passaggi concatenati sui pressostati lungo un itinerario che ha attraversato le caratteristiche strade delle colline per arrivare alla sosta di Vittorio  Veneto.  Dopo un ristoro, ripartenza per altre prove sempre su un percorso collinare sulla pedemontana, costeggiando i filari delle uve del Prosecco che in questo periodo vengono vendemmiate.
Alle 13.01 il primo concorrente è giunto al traguardo al ristorante Primavera a Godega di Sant’Urbano per il pranzo, che ha visto la presenza del sindaco di Conegliano Fabio Chies. E dal primo cittadino è arrivato un plauso sincero per il Club Serenissima Storico, non solo per la sua promozione del territorio, ma anche per le iniziative di solidarietà che ogni anno contrassegnano l'attività del Club nei confronti dei più deboli e bisognosi. Un sindaco che ha partecipato con entusiasmo anche alle premiazioni finali, svoltesi come sempre in Viale Carducci a Conegliano tra due ali di folla a far da paravento curioso alla cerimonia, con le auto schierate in bella mostra sul viale.

Per la cronaca, come da pronostici della vigilia, il primo posto e la vittoria (Asi e assoluta) di questa 20ma edizione del Circuito di Conegliano è andata alla coppia Amedeo Cicuttini e Lia Castellano che con la loro Fiat 1100 hanno lasciato a distanza Marcon-Ventuniri, all'esordio con una splendida Fiat Giannini 500, seguiti da Ferrara- Camporese anche loro su Fiat 1100, e ancora da Battistella-Rosalen su Porsche 356 e De Marin-Ruzzier su Lancia Fulvia (secondi assoluti nella classifica senza coefficienti di anzianità delle autovetture). Per i club, il primo posto è andato come sempre alla Scuderia Regolaristi Friulani.

SARA' IL 27 E 28 OTTOBRE LA 6° COPPA CITTA' DI SOLESINO



In perfetto stile Ruote Storiche Solesino, la 6^ edizione della Coppa Città di Solesino cambia
nuovamente pelle.Gara ancora una volta tutta rinnovata!
La Scuderia del Presidente Simone Checchetto si è trovata, a margine della scorsa edizione, di fronte ad una questione importante: prendersi un anno sabatico, o rischiare l’organizzazione di una sesta edizione?
Il motivo? Semplice: l’inevitabile groviglio delle nuove norme (che non si intendono mettere in discussione) per la regolarità turistica, sembrava limitare un po’ lo stile “personalizzato e naif” che caratterizza la Coppa Città di Solesino.
Il rischio era quindi quello di non riuscire nella redazione di un percorso all’altezza delle aspettative, innanzi tutto degli organizzatori stessi, ma ovviamente dei concorrenti.
Scriviamo al passato, anche se dovremmo usare il tempo presente, perché questo rischio è ancora in essere. Ne scopriremo le risultanze solo al termine della gara.
Va dato atto però del coraggio di aver voluto continuare. Nonostante un iniziale scoramento.
Come cercare di circuire questi limiti e queste difficoltà? Tentando di dare una veste nuova e un respiro un po’ più ampio alla gara.
La 6^ edizione della Coppa Città di Solesino, che si terrà i prossimi 27 e 28 ottobre, toccherà per la prima volta più di una provincia, ben tre: Padova, Rovigo e Venezia. Pur rimanendo all’interno di un chilometraggio standard.
Una prima novità è rappresentata dalla partenza, storicamente con sede a Solesino. In realtà quest’anno partenza e arrivo coincideranno, e avranno luogo a Granze. Questa scelta va brevemente spiegata. In realtà, purtroppo, non di tratta propriamente di una scelta. Infatti, è
stato esplicitamente comunicato alla Scuderia, da parte di alcuni esercenti del centro in rappresentanza di tutti i commercianti, che la manifestazione, a causa della parziale e provvisoria chiusura di una parte del centro di Solesino, mina economicamente le attività
commerciali del centro stesso del paese. Da registrare l’impegno della nuova amministrazione comunale nel trovare un compromesso e nel fornire alternative che però, per incompatibilità tecniche di percorso e incongruenze con le normative ACI SPORT, non hanno potuto trovare
riscontro da parte degli organizzatori.
info@ruotestorichesolesino.it

Inaugurata con successo la mostra "ARTISTI PER NUVOLARI 2018" a Castel d'Ario

A Castel D'Ario, luogo natale di Tazio Nuvolari, una galleria di opere d'arte dedicate allo sport automobilistico accoglierà con una superba mostra i curiosi e gli appassionati di motori che vorranno ammirare quadri e sculture unici nel loro genere, tutti ispirati al grande cuore dei motori.

AAA APPASSIONATI DI AUTO CERCANSI


MotorK è alla ricerca di consiglieri per l’acquisto della macchina nuova: le figure  scelte dovranno guidare gli italiani nella scelta dell’auto giusta.
Comprare la macchina giusta infatti non è sempre facile: se per gli appassionati delle quattro ruote è un momento atteso e speciale, per tutti gli altri è un processo difficile, in cui i fattori da considerare per non sbagliare sono molti e farsi consigliare diventa necessario. MotorK (https://www.motork.io/it), l’azienda italiana che sta rivoluzionando l’intero comparto europeo del digital automotive attraverso innovativi prodotti e servizi offerti a case auto e concessionarie, vuole risolvere il problema dei Veneti ed è alla ricerca di appassionati di auto e motori, disposti a lavorare da remoto, preferibilmente nelle province di Verona e Padova.
Le figure scelte saranno a diretto contatto con gli utenti - via mail, telefono e chat - e li guideranno passo passo nel processo di acquisto dell’auto, dalla scelta del modello alla configurazione degli optional fino ad arrivare agli aspetti finanziari e burocratici.
Il candidato ideale vive in Veneto, conosce la rete distributiva presente sul territorio e pregi e difetti delle strade della regione; ha una forte passione e conoscenza del mondo dei motori, anche negli aspetti più tecnici, ha già lavorato a contatto diretto con le persone e possiede competenze informatiche. Il customer advisor deve, inoltre, dimostrare forti capacità relazionali e comunicative: si ricercano figure super partes, amanti delle auto ma in grado di consigliare l’utente sulla base delle proprie esigenze e necessità - senza farsi influenzare dai propri gusti personali - e bravi ad assistere i clienti durante e dopo il processo di acquisto dell’auto: la capacità di semplificare e spiegare concetti complessi ai “profani” dei motori è quindi una delle competenze cardine della figura.
Per candidarsi e partecipare al processo di selezione, è sufficiente rispondere all’annuncio presente sul sito di MotorK: https://www.motork.io/jobs/customer-advisor/
Sin dalla sua nascita, nel 2010, MotorK ha saputo offrire ai talenti del mondo digital e automotive l’ambiente ideale per sviluppare il proprio processo di crescita professionale, attraverso una formazione continua delle risorse, un ambiente stimolante ed internazionale e una rapida crescita. Nata in Italia, è ormai presente in Spagna, Francia, Germania, Gran Bretagna ed è in espansione in tutto il mercato europeo.
Tutte le posizioni aperte sono pubblicate sul sito https://www.motork.io/careers/.
Su MotorK
MotorK è un’azienda digitale europea che aiuta l’industria automobilistica a potenziare il proprio business attraverso una innovativa combinazione di competenze digitali, marketing online e grande esperienza tecnologica. Nata in Italia nel 2010, è rapidamente diventata una delle aziende più importanti nello scenario del digital automotive, nonché un partner di fiducia per oltre il 90% delle case automobilistiche attive sul mercato europeo. Con una crescita a tre cifre anno su anno, l’azienda è riuscita ad allargare la propria attività dall’Italia alla Spagna, Francia, Germania e Regno Unito. MotorK ha sviluppato e consolidato una vasta offerta di prodotti e servizi per l'industria automobilistica, come DriveK (il più grande marketplace per auto nuove d’Italia), DealerK (una piattaforma SaaS per la gestione digitale delle concessionarie) e Internet Motors (eventi e formazione nell’ambito del digital marketing).
Ufficio Stampa MotorK
Vittoria Giannuzzi
vittoria.giannuzzi@motork.io; +39 392 9252595
Alessia Clusaz
alessia.clusaz@motork.io; +39 371 3771779

lunedì 10 settembre 2018

UN GRANDE SUCCESSO LA CAPRINO-SPIAZZI


Un weekend indimenticabile di sport, amarcord e spettacolo. La Terza Rievocazione Storica Caprino-Spiazzi è andata in archivio dopo una due giorni davvero indimenticabile, grazie allo sforzo organizzativo coordinato dall'Automobile Club Verona in collaborazione con ACI Verona Sport e A.C. Verona Historic, grazie alle amministrazioni comunali di Caprino Veronese e Ferrara di Monte Baldo, e con il sostegno di ATV, AGSM, Mondini Cavi e concessionaria L’Automobile.
La manifestazione, pur in formula non competitiva e puramente rievocativa, patrocinata anche da ACI Storico, ha riportato sulla celeberrima salita alle porte di Verona vetture stupende di ogni estrazione sportiva, corsaiola e stradale, per un turbine di motori e passione che ha coinvolto generazioni di appassionati. I 9km del tracciato si sono nuovamente riempiti di pubblico festante che non ha voluto mancare a questo tributo alla più celebre cronoscalata “gialloblu”, come negli anni d'Oro.
Due giorni, come detto, che hanno riempito Caprino di emozione. Dopo le verifiche nella stupenda cornice di Villa Nichesola, aperta per l'occasione grazie alla collaborazione dell'Unione Montana del Baldo-Garda, sotto il sole di sabato pomeriggio le oltre 120 vetture hanno affrontato la prima delle tre ascese. Domenica la classica giornata della Caprino è proseguita senza intoppi, con altre due salite alle 10:30 e alle 14:30, prima del gran finale a Palazzo Carlotti, sede comunale della cittadina veronese, per la cerimonia di premiazione.
Come per le edizioni precedenti la Rievocazione ha ammesso al via vetture di qualsiasi tipologia (stradali, corsa, barchetta, prototipi, formula ecc) con l'allargamento dell'ammissibilità fino al 1994 e la consueta suddivisione in due categorie: la Parata Classica dove erano ammesse solo vetture stradali dell'epoca 1919-1994, e il Raduno Rievocativo Dinamico dove hanno partecipato vetture 1950-1994 in allestimento corsa anche senza targa.
Da segnalare anche la partnership straordinaria con il parco divertimenti Gardaland, che sabato ha partecipato direttamente all'evento con due vetture d'epoca. La mascotte del Parco Prezzemolo ha affrontato stoicamente il percorso a bordo della Prezzemolo’s Car (Citroën 2CV del 1985), seguita dalla Gardaland’s Car, una Fiat X 1/9 costruita nell'estate 1975 quando venne inaugurato il parco di Gardaland.
Tante le storie che si sono incrociate lungo la salita che da Caprino porta a Spiazzi, tutte legate con la passione e la tradizione dei motori, come ad esempio il raduno annuale dell'Alfa Romeo Giulia GTC Register, trovatosi per caso in zona con i suoi equipaggi provenienti da tutta Europa e coinvolto prontamente come staffetta d'apertura della prima manche. Da segnalare anche lo speciale traguardo raggiunto da Antonio Riva, fratello di Alberto, celebre direttore di gara della Caprino, che al volante della sua Alfa Romeo Giulietta Berlina del 1957 ha festeggiato i suoi ottant'anni affrontando l'evento con la consueta classe.
Non trattandosi di una gara di velocità, i riconoscimenti sono stati attribuiti alle vetture più interessanti, per ciascuna categoria presente secondo il Regolamento di Gara, da una giuria di esperti d'auto d'epoca composta da Giuseppe Agostini, Luca Cattilino e Alberto Zanchi. Difficile scegliere tra le bellissime auto, ma al termine questi sono stati i partecipanti premiati: fra le vetture turismo la Austin Mini Cooper di Sergio Falconi, classe 1969, originale inglese dell'epoca; fra le vetture Gran Turismo la Ferrari 308 GTB replica “Olio Fiat” di Vinicio Bertocco; tra le vetture Sport Prototipo la superba McLaren M1C Can-Am di Marino e Ichel Rebmann; tra le vetture monoposto a motore posteriore la MRE F.Ford di Bruno Pareccini, modello del 1976 ex Teo Fabi motorizzata Cosworth; fra le vetture Alfa Romeo GT Bertone l'Alfa Romeo GT Junior 1.6 di Giuseppe Busseni; fra le bicilindriche la Fiat 126 Gr. 5 di Orlando Romagnoli, auto con la quale il gentleman driver corse anche a Caprino negli anni passati e infine tra le Lancia Delta la ex Kankkunnen di Brando Motti e Claudio Bassi, applauditissima sul percorso.
Tre infine i premi speciali, uno per la bellissima Cooper Bristol T22 di Davide Fiorio, un pezzo da museo e da collezione, uno per la bellissima Alpine A110 Gordini di Franco ed Emanuele Polloni, ex Giada Auto che corse e vinse il titolo italiano nel campionato pista e salita del 1972.
 

Torna il Rally 1000Miglia Storico Il 27 e 28 ottobre a Salò



L'Automobile Club Brescia torna ad organizzare la versione Historic del Rally 1000Miglia. L'evento si dipanerà su due tappe con quasi 70km di prove speciali e comprenderà anche la gara di Regolarità Sport e la All Stars.
 Tutto per chiudere con una gradita sorpresa la stagione sportiva dell'Automobile Club Brescia. Sabato 27 e domenica 28 ottobre torna dunque il Rally 1000Miglia Storico, ottava edizione, che riaccenderà i motori della passione per un weekend di sicuro spettacolo.
L'evento, che ha disputato nel 2016 l'ultima edizione, riporterà le stupende vetture storiche sulle prove speciali nei dintorni della sponda bresciana del Lago di Garda. Su prove che richiamano nel cuore degli appassionati momenti incancellabili, saranno nuovamente protagoniste le auto che hanno fatto la storia della disciplina: BMW, Opel, Porsche e soprattutto i marchi italiani quali Fiat, Lancia e Abarth.
La due giorni sarà quindi un turbine di emozioni, e grazie al grande lavoro tecnico svolto dallo staff organizzatore, il percorso sarà il giusto mix tra passato e presente, su strade tecnicamente molto impegnative e con l'immancabile presenza della notte, un must che non può mancare nelle gare storiche, tributo ad un'epoca nella quale i rally si vincevano nell'oscurità, con i fari supplementari accesi a fendere il buio.
La manifestazione, il cui programma è in attesa di approvazione da parte di ACI Sport, unirà Rally Storico, Regolarità Sport e All Stars e prenderà il via sabato 27 ottobre da Salò in serata, dopo le verifiche sportive e tecniche che si svolgeranno sempre nella cittadina lacustre. La prima tappa prevede due prove speciali da ripetere due volte, compresa la prova più lunga della gara, con riordino a Salò nel mezzo. Le prime due prove si disputeranno per tutti con la luce del secondo pomeriggio, mentre il secondo giro sarà, appunto, di notte.
Dopo il riordino notturno, domenica 28 le ostilità riprenderanno su altre tre prove speciali da ripetere per due volte, per un totale gara di 10 prove, quasi 70km cronometrati e un percorso complessivo che supera di poco i 270km. Davvero interessanti le speciali del sabato, con alcuni tratti storici ed immancabili in una manifestazione come questa, ed altri nuovi o rivisti rispetto alle precedenti edizioni.
L'arrivo, così come la partenza, sarà ospitato nella pittoresca e suggestiva cornice del Lungolago Zanardelli di Salò, dove il vincitore potrà scrivere il suo nome nel prestigioso Albo d'Oro.
Le iscrizioni apriranno il 27 settembre, mentre informazioni e aggiornamenti saranno disponibili a partire dalle prossime settimane sul sito ufficiale www.rally1000migliastorico.it, e sui profili social Facebook e Instagram @rally1000migliastorico.