giovedì 5 dicembre 2019

CAMBIO DI DATA PER LA PICCOLA ATENE

Cambio di data per La Piccola Atene, la gara che si terrà a Sabbioneta. Anziché a inizio Dicembre, la data fissata è ora sabato 11 gennaio 2020. Sanarro i primi del 2020!.

'LA PICCOLA ATENE' A SABBIONETA L'11 GENNAIO 2020




Nuova data per la gara di regolarità classica 'La Piccola Atene' in programma a Sabbioneta in provincia di Mantova. Dopo il  rinvio del primo dicembre scorso per problemi meteo, l'ACI Sport ha confermato infatti la data per La Piccola Atene per SABATO 11 GENNAIO 2020, in pratica sarà la prima gara in assoluto del 2020.
Il Programma prevede la partenza dal centro di Sabbioneta alle 10.00
- Arrivo: ore 14.30
- 53 PC per circa 120 Km di tracciato su strade ideali per provare le auto indisturbati.
- Vetture ammesse: dal 1° al 9° Raggruppamento
Essendo a inizio anno l'Autoconsult organizzatrice della manifestazione si occuperà per rinnovo licenza e certificato medico dei concorrenti.
info@autoconsult.it

martedì 3 dicembre 2019

ALLA PECHINO PARIGI COL CMAE

Lunedì 9 dicembre, presso la sede del CMAE, in via Goldoni 1 a Milano, abbiamo organizzato una serata con protagonisti i nostri soci Matteo e Roberto Crippa, che condivideranno con noi, attraverso foto filmati e aneddoti, la loro fantastica esperienza alla Pechino – Parigi 2019, vissuta a bordo di una Alfa Spider del 1975.
Al loro fianco ci sarà anche Giorgio Schӧn, pilota e titolare della concessionaria Rossocorsa, che quest’anno ha partecipato al raid a bordo di una Ferrari Dino 208 GT4.
La serata sarà seguita da un aperitivo.

LA FORD MUSTANG DI JONNY HALLYDAY E LA LAMBORGHINI DI ROD STEWART



L'eleganza delle anteguerra a Rétromobile quest'anno con una eccezionale Mercedes-Benz 710 SS Sport Tourer di Fernandez & Darrin del 1929, la competizione con una Delahaye 135 S e un «Monstre » della 24 Heures du Mans, lo sport con la Ferrari 275 «la più competitiva del mondo», e glamour con la Ford Mustang di Johnny Hallyday del 1967 e la Lamborghini Countach di Rod Stewart !

LE YOUNGTIMERS DAL 5 AL 9 FEBBRAIO A PARIGI

Alla 45° edizione di Rétromobile a Parigi-Porte de Versailles dal 5 al 9 febbraio ci saranno, fra le molte esposizioni in occasione del Salone delle Auto d'Epoca, anche le youngtimers sportive degli anni '90. Le Youngtimers prendono così il davanti della scena con la presentazione, nazione per nazione, delle mitiche sportive più famose degli ultimi decenni del secolo passato.

Ufficializzate le date degli eventi sportivi Automobile Club Brescia 2020


Il 44° Rally 1000 Miglia si disputerà dal 16 al 18 aprile, secondo round del Campionato Italiano Rally, mentre il 50° Trofeo Vallecamonica accenderà i motori dal 31 luglio al 2 agosto, nuovamente titolato per il Campionato Italiano Velocità Montagna: queste  le date scelte dall'Automobile Club Brescia per i due principali appuntamenti sportivi del prossimo anno.

Il 44° Rally 1000 Miglia si disputerà dal 15 al 18 aprile come seconda prova del Campionato Italiano Rally 2020. La classica gara bresciana tornerà quindi a disputarsi in quella che fu la data di svolgimento delle ultime edizioni valide per il tricolore rally, proseguendo nella tradizione di essere uno dei round di apertura della serie.

Novità invece per il 50° Trofeo Vallecamonica, spostato avanti di una settimana rispetto alle ultime edizioni. La cronoscalata sarà l'ottavo round del Campionato Italiano Velocità Montagna 2020 ed entrerà nel vivo dal 31 luglio al 2 agosto sulle leggendarie rampe della Malegno-Ossimo-Borno.

Dettagli,  informazioni di servizio e novità riguardanti le due manifestazioni saranno disponibili sui siti ufficiali www.rally1000miglia.it e www.trofeovallecamonica.it oltre che sui canali social @rally1000miglia e @trofeovallecamonica.

lunedì 2 dicembre 2019

Trofeo A112 Abarth Yokohama: a Droandi la Coppa Terra



Sono Orazio Droandi e Fabio Matini ad inscrivere il proprio nome nell'albo d'oro della Coppa A112 Abarth Terra, la gara appendice al Trofeo A112 Abarth Yokohama, organizzato dal Team Bassano. Per la quinta volta, il Tuscan Rewind ha ospitato le "scorpioncine" già partecipanti al trofeo su asfalto, dedicando loro una speciale classifica; sei quelle in gara, quattro delle quali al traguardo di Montalcino.
Ad aver la meglio, dopo un iniziale testa a testa con Battistel, è stato l'equipaggio aretino formato da Orazio Droandi e Fabio Matini che con quattro successi parziali sulle cinque prove disputate, ha firmato la vittoria in una gara insidiosa soprattutto in alcuni tratti particolarmente viscidi ed impegnativi. Alle loro spalle i liguri Enrico Canetti ed Angelo Pastorino che si ritrovano a far equipaggio dopo un paio di stagioni e colgono una bella seconda posizione che chiude in bellezza l'annata 2019 che per motivi professionali si era fermata dopo l'estate.
E' una bella terza posizione, quella che colgono i toscani Marcogino Dall'Avo e Manuel Piras, al loro primo Tuscan in chiusura di una stagione che li ha visti, gara dopo gara, integrarsi sempre più nel gruppo dei trofeisti con un progressivo miglioramento delle prestazioni in gara.
A chiudere la classifica in quarta posizione sono gli emiliani Amerigo Salomoni e Niccolò De Rosa, presenza fissa della gara su terra del Trofeo.
Due i ritirati: Luigi Battistel e Denis Rech appiedati dalla rottura del motore mentre è stato lo spinterogeno a fermare la gara di Marco Gentile e Thomas Ceron

Nuova esperienza al Tuscan per Balletti Motorsport

Rally su sterrato: croce e delizia per coloro che corrono con le auto storiche; ma sicuramente anche uno stimolo a mettersi alla prova come è avvenuto per i due amici bresciani Luigi Zampaglione e Ruggero Brunori che si sono schierati al via del Tuscan Rewind svoltosi a Montalcino lo scorso fine settimana. Il primo, Zampaglione, ha di fatto interrotto una lunga pausa dalle corse utilizzando la Porsche 911 SC/ RS Gruppo 4 messa a disposizione dai fratelli Balletti e, navigato dall'esperto Maurizio Barone, ha corso una gara finalizzata al puro divertimento conclusa realizzando la quattordicesima prestazione assoluta che è valsa la vittoria di classe; due posizioni più in basso, si piazza la Porsche 911 SC Gruppo 4 di Ruggero Brunori che al suo fianco aveva Marco Torlasco a leggergli le note e col quale ha colto la seconda posizione di classe dietro all'amico-avversario.
Per entrambi i piloti, la nuova esperienza è stata decisamente positiva considerato anche il percorso molto insidioso e scivoloso, oltre che scavato in diversi tratti dai precedenti passaggi delle vetture moderne transitate prima delle storiche. Soddisfatti anche dall'efficienza dei mezzi che non hanno lamentato alcun problema di sorta, grazie all'efficace lavoro svolto dall'assistenza della Balletti Motorsport.


domenica 1 dicembre 2019

ALLA SCUDERIA TAZIO NUVOLARI CON FORGHIERI E CUOGHI

E' stata una serata entusiasmante quella organizzata dalla Scuderia Tazio Nuvolari Italia a Mantova, il 18 novembre. Scopo della serata era la proiezione del film LE MANS 1966, che ricorda la grande sfida fra Ford e Ferrari nel mondiale Prototipi e non solo.
Ma l'occasione si è trasformata in una grande rivisitazione del passato, in compagnia dei protagonisti che quella stagione l'hanno vissuta davvero, da due parti opposte: l'Ing. Mauro Forghieri, in Ferrari, e il meccanico di Niki Lauda Ermanno Cuoghi, allora meccanico per il team Ford. C'erano anche altri due grandi piloti che hanno corso a Le Mans: Bruno Giacomelli (pilota di Formula 1 per il Team Alfa Romeo) ed Emanuele Pirro (che ha trionfato più volte alla 24 Ore di Le Mans).
Tanti i ricordi e tante le battute in questa serata, che ha soprattutto ricordato la combattività e la spontaneità delle corse di quei tempi.
La Scuderia Tazio Nuvolari Italia prosegue ora le sue attività nel campo dell'automobilismo sportivo, storico e non, soprattutto promuovendo conferenze, riviste, libri e filmati che ricordano piloti e primati di ieri e di oggi, ma con un impegno particolare: quello di promuovere, in accordo con ACI Mantova ed il Museo dedicato al pilota mantovano, la diffusione e il mantenimento del mito di Tazio Nuvolari.

venerdì 29 novembre 2019

L'EGITTO DI BELZONI A PADOVA

Al Centro Culturale  Altinate San Gaetano fino al 28 Giugno 2020 una mostra racconta l'avventurosa e affascinante vita di Giovanni Battista Belzoni, l'uomo che ha ispirato George Lucas nell'invenzione del suo noto personaggio di Indiana Jones.
Un personaggio fuori dagli schemi questo padovano, a cui va il merito di aver realizzato alcune fra le più importanti scoperte dell'antico Egitto. Dalle scoperte delle tombe di Abu Simbel agli scavi nel tempio di Karnak, dal trasporto del monumentale busto di Ramses II e dell'obelisco di File fino alla individuazione del varco d'accesso della piramide di Kefren, l'esposizione ricorda, fra quadri, statue, documenti la singolare vita di questo uomo gigantesco, che ha fatto di tutto: dal giostraio all'esploratore, dall'ingegnere al diplomatico.
L'Inghilterra la nazione in cui, oltre all'Egitto, ha vissuto più a lungo, le coste dell'Africa sul Golfo di Guinea il suo ultimo percorso di vita: poco più di quarant'anni, ma immensamente intensi.

VAN GOGH, MONET E DEGAS IN MOSTRA A PADOVA

A Padova fino al 1° marzo 2020 resta in mostra a Palazzo Zabarella la stupenda collezione di quadri dei coniugi Mellon: Van Gogh, Monet, Degas,  una vera raccolta di capolavori dovuta alla sorprendente sensibilità artistica di questa facoltosa famiglia americana che amava arredare le proprie case sparse per il mondo con piccoli ma scelti capolavori dei pittori più rappresentativi del '900.

I quadri più singolari sono le gentili vedute di Van Gogh e di Monet, ma non mancano splendide tele di Renoir, Manet, Cézanne e Gaugin, oltre ad alcune statue di Degas. Particolare anche la raccolta di quadri che rappresentano i cavalli, dei cui allevamenti la famiglia Mellon era famosa.

Una raccolta inedita che in transito da Padova ritornerà poi al Virginia Museum of Fine Arts.

LA PICCOLA ATENE

 
Tutto pronto per Domenica 1 Dicembre alla PICCOLA ATENE: partenza e arrivo a Sabbioneta per la regolarità classica che chiude la stagione.
  - 53 PC
- 1 Trofeo
- Strade riservate SOLO al nostro passaggio
- PC tecniche e da veri intenditori.
Per info: 328.6491345 - info@autoconsult.it

Il Rallye di Montecarlo nei racconti di Luciano Dal Ben

Si è tenuta, presso la sala conferenze del Centro Culturale Franzoni Auto Divisione Classic  di Brescia, un incontro per approfondire la conoscenza con un Rallye tra i più importanti, quello di Montecarlo. A presentarlo Luciano Dal Ben pensano i numerosi riconoscimenti ricevuti durante una carriera ricca di soddisfazioni, gloria e vittorie. Ben 402 gare, vincitore di 4 Campionati Italiani:, una carriera lunga oltre cinquant’anni: oggi come allora Luciano Dal Ben rappresenta uno dei migliori interpreti dello spirito degli intrepidi piloti di terra e di cielo, che si sono praticati a varie discipline dell’automobilismo sportivo. Il driver bresciano ha legato indissolubilmente il proprio nome
soprattutto a quello della Ferrari, storico marchio ambito da molti ma privilegio per pochi.

IL MEMORIAL DAL GRANDE INCORONA SENECI E CIPRIANI SU OPEL KADETT DEL CLUB MITE



Ben allertati dalle previsioni meteo, organizzatori e partecipanti al 16° Memorial Dal Grande erano pronti ad una gara accompagnata dalla pioggia, ma nessuno si sarebbe aspettato il ritmo incessante col quale è scesa per tutta la giornata, mettendo a dura prova commissari di percorso e cronometristi; grazie però alla collaudata macchina organizzativa del Rally Club Team ben orchestrata da Renzo De Tomasi, ogni difficoltà è stata superata e tutto si è svolto nel migliore dei modi.

Cinquanta gli equipaggi verificati con le auto storiche ai quali si sono accodati i sedici con le moderne, hanno affrontato le prove cronometrate disseminate lungo il collaudato percorso con partenza ed arrivo ad Arzignano, la novità di maggior rilievo dell'edizione 2019.

Dopo una prima parte di gara che vedeva al comando la Citroen AX di Fabio Sorgato e Claudio Rosina, tallonati ad un punto da Adriano Pilastro ed Elisabetta Russo, la seconda ha visto la rimonta di Angelo Seneci e Sonia Cipriani su Opel Kadett GT/e che hanno preso il comando a tre quarti di gara ed incrementando il vantaggio sugli inseguitori nelle restanti prove, si sono aggiudicati con buon margine la gara delle auto storiche portando un nuovo alloro nelle bacheche del Progetto M.I.T.E.

Alle loro spalle dopo un eccellente recupero, si piazzano i compagni di squadra Giacomo Turri ed Elisa Moscato ed il podio viene completato da Ennio De Marin e Roberto Ruzzier su Lancia Fulvia Coupè, anch'essi autori di una progressiva rimonta. Ad occupare il quarto gradino dell'assoluta ci vanno Enzo Scapin ed Ivan Morandi con la Volkswagen Golf Gti, mentre Sorgato e Rosina si devono accontentare del quinto posto. Oltre alla vittoria assoluta, il Progetto M.I.T.E. si aggiudica anche la classifica dedicata alle scuderie.

Ed è ancora l'associazione bresciana fondata da Gilberto Pozza ad esultare grazie agli esiti della gara dedicata alle vetture "post 1990" che ha visto il successo sul filo di lana da parte di Jacopo Scoscini ed Edoardo Cipriani su BMW 320XD Coupè i quali proprio all'ultima prova cronometrata hanno centrato il "netto" che, sommato ai dieci punti accumulati dai precedenti leaders, ha consegnato la vittoria che va a premiare il duo dopo una stagione di ottimi piazzamenti. Sicuramente meno contenti erano Steve Dal Bò ed Enrico Coan su Peugeot 106 Rallye, che con un ultimo passaggio non perfetto hanno ceduto la vittoria per un solo centesimo di secondo. Al terzo posto la Subaru Impreza Sti di Andrea Nonnato e Thomas Mozzato seguiti dai "compagni di marca"Lorenzo Franzoso e Lorenzo Brignani con la versione SW della berlina giapponese. A completare la top five Marco Petrillo e Adil Zarid su Fiat Barchetta che contribuiscono anche all'ennesimo alloro per il Progetto M.I.T.E. che ha letteralmente sbancato il Memorial Dal Grande 2019.