lunedì 10 giugno 2019

6° Meeting Internazionale Fiat 500 Storiche - Garlenda (SV) 5-7 luglio 2019



Il Fiat 500 Club Italia festeggia nel 2019 il suo 35° compleanno e quale migliore occasione per celebrare la ricorrenza del 36° Meeting Internazionale di Garlenda, in programma nei giorni 5-6-7 luglio.
Le piccole bicilindriche sono, come sempre, attese numerosissime (oltre 1000!) a Garlenda (SV), dove il Club – il più grande sodalizio di modello al mondo – ha la sua sede.
In particolare, circa 200 equipaggi giungeranno dall'estero: non per niente, tutte le associazioni ed i gruppi di Cinquecentisti nel mondo (o di possessori di auto Fiat in generale) mettono il Meeting nel calendario degli eventi imperdibili e spesso organizzano la partecipazione di vere e proprie delegazioni.
Per rendere omaggio alla passione internazionale per la storica vetturetta, negli ultimi anni ogni edizione del Meeting è dedicata ad una “Nazione d'Onore”: nel 2019 sarà la verde Irlanda. L'importanza della partecipazione irlandese all'evento è stata sottolineata anche in occasione della Festa della Repubblica: il 30 maggio a Dublino, infatti, all'Ambasciata italiana c'erano le 500 del Club irlandese e il presidente onorario del Fiat 500 Club Italia – nonché direttore del Meeting – Alessandro Scarpa.
Viene riproposto anche quest'anno “Aspettando il Meeting”: dal 1° al 4 luglio sono in programma gite, degustazioni di eccellenze enogastronomiche, visite culturali ed intrattenimenti dedicati a quegli equipaggi, soprattutto da oltre confine, che giungono in zona con un certo anticipo rispetto al via ufficiale della manifestazione, animati dal desiderio di coniugare l'amore per i motori con il piacere di una vacanza.
Nell'anno del turismo lento, il Fiat 500 Club Italia (recentemente invitato ad intervenire ad un convegno sullo Slow Tourism ad Albenga) ribadisce la propria vocazione nel coniugare il motorismo storico con la scoperta del territorio all'insegna dello Slow Drive.Le escursioni ed in particolare il Grand Tour del sabato restano infatti un must del Meeting.
Durante la manifestazione, venerdì 5 luglio, sarà posata ed inaugurata la piastrella del Fiat 500 Club Italia sul mitico Muretto di Alassio, che ospita, tra l'altro, contributi di celebrità quali Ernest Hemingway e la Nazionale di Calcio del 1982.


100 MIGLIA TORNA SULLE STRADE DEL PROSECCO

La 14° edizione della “Centomiglia sulla Strada del Prosecco Superiore”, il tour in auto d’epoca che vi porta a scoprire le nobili colline di Conegliano Valdobbiadene, una terra con paesaggi mozzafiato, antichi borghi, cucina tipica e vini raffinati, si terrà l’11 e 12 ottobre 2019 per vivere una nuova emozionante esperienza.
Il termine di scadenza delle iscrizioni è previsto per il 6 settembre 2019.


giovedì 6 giugno 2019

UNA MODENA CENTO ORE SEMPRE PIU' IMPEGNATIVA




La giornata di ieri, la prima di gara della Modena Cento Ore 2019, è stata impegnativa per i concorrenti, per i team di assistenza e per le autovetture.
15 ore passate sulla strada e sulle piste lasciano il loro segno sull’espressione dei piloti e, qualche volta, sulle carrozzerie delle macchine che mostrano le tracce di un maschio confronto…
Questa mattina, dopo non troppe ore di sonno, si è ripartirti da Rimini in direzione Imola per poter disputare la gara nello storico circuito intestato a Enzo e Dino Ferrari e che, comunque, porta sempre con sé il grande ricordo di Ayrton Senna.
La gara è stata, come ci si aspettava, combattuta e veloce. Qualche escursione nella sabbia ha ricordato a tutti come sia difficile andare veramente veloci sulla pista di Imola.
Il circuito del Santerno, con le sue curve veloci e i suoi saliscendi, ha permesso anche a tutti di apprezzare la potenza e la velocità di punta delle grandi 8 cilindri americane che, esattamente come avveniva negli anni sessanta, trovavano nelle Ferrari 3 litri e 12 cilindri, le degne rivali in termini di prestazione.
Una volta finita la competizione in pista, la Modena Cento Ore si è ripresentata agli occhi dei partecipanti con la sua unica, straordinaria magia. Dopo un percorso durato solo quattro minuti, le autovetture, ancora sporche e calde dalla gara, sono state parcheggiate di fronte alla Rocca di Imola che ha ospitato il pranzo.
E’ stato entrando nei giardini della Rocca sontuosamente preparati, che ci siamo immediatamente ricordati di quanto incredibile e spettacolare possa essere la Cento Ore, capace di trasportare 200 persone in pochi minuti in due mondi così all’apparenza distanti: un rovente, rumoroso autodromo, e un tranquillo giardino all’interno di un castello medievale perfettamente idoneo per un incontro di gala.
Le macchine cominciano a mostrare i segni dei chilometri percorsi e di qualche contatto ravvicinato tra di loro o con qualche ostacolo fisso che, improvvisamente, si è parato davanti.
E’ comunque bello vedere come le animosità e i duelli anche accesi che si consumano in pista vengano immediatamente dimenticati appena arrivati con sorrisi e sfottò degni della migliore famiglia…
Nel pomeriggio gli equipaggi si sono avviuati verso Firenze dove, sono arrivati solo dopo aver disputato due impegnative prove speciali.
D’altronde, è risaputo, per apprezzare le cose, bisogna soffrire per poterle ottenere…
Nel programma di oggi anche il passaggio davanti al Palazzo dei Vicari di Scarperia e San Piero. Sarebbe ridondante, per qualsiasi appassionato di vetture d’epoca, sentirsi spiegare l’importanza storica/automobilistica, di questo piccolo paese perduto nell’appennino toscano a nord di Firenze.
La magia della Cento Ore si conclude proprio al circuito del Mugello, che vedrà la gara domattina a partire dalle 8.50. La serata, dopo aver parcheggiato in piazza Ognissanti in centro a Firenze, proseguirà con la serata di Gala al Teatro della Pergola, il teatro più antico ancora attivo in Italia.
 Per aggiornamenti sulle classifiche, visitare il sito: www.modenacentooreclassic.it




L'11 E 12 OTTOBRE TORNA LA CENTOMIGLIA SULLA STRADA DEL PROSECCO SUPERIORE


Si svolgerà l'11 e il 12 ottobre la 14°edizione per la “Centomiglia sulla Strada del Proseccco Superiore” l’evento dedicato alle auto storiche che permette di conoscere da vicino una terra fantastica, un paesaggio unico, fatto di colline ricamate dai vigneti, borghi inaspettati, castelli, cucina tradizionale e vini raffinati.
Percorrere in auto d’epoca la strada del vino più antica d’Italia è un’esperienza unica, un saliscendi tra le cittadine di Conegliano Valdobbiadene, terra di origine del Prosecco Superiore.
L’evento è organizzato da Associazione Strada del Prosecco, Consorzio Tutela Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docge Club Serenissima Storico.
per info: www.coneglianovaldobbiadene.it

mercoledì 5 giugno 2019

STELLE IN RIVA

A tre anni dalla prima edizione dell'evento "Stelle in riva", creato in sinergia con la Passerella di Christo, l’artista Luana Raia organizza un nuovo evento   alla scoperta di nuovi scorci del lago d'Iseo.
Accompagnati dalle auto di interesse storico, sportive e supercar ci si potrà immergere in una dolce natura dominante, custodita da Riva di Solto, borgo lacustre tra i più preziosi del lago.
Si salperà poi in barca a vela con Sportaction, assaporando ancor più profumi, sapori e bellezze di un luogo magico e ancora tutto da scoprire.
L’evento ha il patrocinio della Franzoni Auto Divisione Classic www.franzoniauto.com/divisioneclassic

Posti limitati
Per iscrizioni:
349/2335935 o info@luanaraia.it

Programma:
Ore 9:30 ritrovo nel parcheggio sulla “passeggiata degli ulivi” in prossimità del centro storico di Riva di Solto

Ore 10:00 breve sfilata nel centro storico per poi dirigersi alla base Sportaction

Ore 10:30 partenza in barca a vela per giro panoramico sul Lago d’Iseo della durata di 3 ore

Ore 13:30 rientro in barca presso la base Sportaction, con pranzo in struttura

Ore 15:30 partenza da Sportaction per dirigersi in Riva di Solto dove parcheggiare liberamente per poi ritrovarsi in Piazza guidati dall’artista Luana Raia, alla scoperta del centro storico, con una splendida passeggiata di gruppo, occasione durante la quale avremo modo di incontrare anche gli amici della Scuola Sub di Riva, partecipando alle attività proposte

Costi:
60,00 euro
La quota comprende tessera associativa Sportaction, giro in barca a vela da 6/8/10 persone ciascuna, pranzo e guida alla scoperta del centro storico di Riva

*Adesioni entro e non oltre il 15 Giugno


IL 15 GIUGNO TORNA LA COPPA DELLA COLLINA STORICA



Il campionato Italiano di regolarità autostoriche a metà giugno farà tappa a Pistoia per la ormai classica Coppa della Collina Storica, organizzata come sempre dagli appassionati del Veteran Car Club in collaborazione con il locale Automobile Club
La Coppa della Collina Storica, sesta prova del Cireas, in programma sabato 15 giugno, festeggerà soprattutto un anniversario importante: la ventesima rievocazione della famosa cronoscalata che dagli anni 20 fino al 1971 ha infiammato gli appassionati pistoiesi sui tornanti dalla statale Bolognese, allora era una delle competizioni in salita fra le più impegnative e famose d’Italia, denominata “Coppa delle Colline Pistoiesi”.
La rievocazione come allora ripercorrerà nella fase finale il tratto che da Capostrada porta al Passo della Collina, regalando così ai partecipanti ed agli spettatori le stesse emozioni di un tempo. La manifestazione sarà anche un'occasione per promuovere al meglio Pistoia ed il suo territorio con il turismo legato all’evento che fra partecipanti e spettatori, porta ogni anno in città e dintorni centinaia di persone. In questa edizione oltre alla data, è stato rinnovato anche il percorso che vede i concorrenti nella prima parte effettuare le 18 prove molto tecniche nella zona industriale di Sant’Agostino per poi affrontare la strada panoramica che da Pistoia porta a Riola ed al Ponte della Venturina deviare a sinistra per Pracchia sulla strada che costeggia il fiume Reno ed entrare così nel Comune di San Marcello Piteglio.
Le prime tre prove speciali, di questo secondo settore, si trovano nella strada di fronte alla Dynamo Camp che proprio nel 2016 ha riconosciuto il Veteran Car Club di Pistoia quale “Ambasciatore ” in merito al sostegno che dal 2009 il Club ha sempre dato.
Le successive prove interesseranno: la piazza centrale di San Marcello per poi giungere alla colonna di Mammiano e deviare a sinistra sulla strada che porta a Piteglio Casa di Monte Prunetta, percorrendo “La Macchia Antonini” un tracciato a molti sconosciuto all’ombra di una rigogliosa vegetazione fatta da antichi faggi e betulle.
Dopo le prove di Prunetta i concorrenti scenderanno la via Modenese per poi da Capostrada risalire la SS. Bolognese e giungere il Passo della Collina per disputare ben quattro prove cronometrate.
Il ritorno per Pistoia interesserà la strada (chiamata il piccolo Stelvio) per la caratteristica dei suoi secchi tornanti che da Sammommè porta a Piteccio, poi percorrendo la tangenziale ovest si giunge di nuovo a Sant’Agostino dove si ripeteranno le 18 prove iniziali, dalle quali sicuramente verrà decretato il vincitore di questa 20^ edizione.
Altra importantissima novità è l’appuntamento alla fine del CO 4 in Piazza del Duomo dove, dopo una breve sosta per ammirare la stupenda piazza i concorrenti si affronteranno nelle ultime tre prove di precisione, fuori classifica, ma valide all’assegnazione del trofeo Ing. Carlo Chiti, intitolato all'indimenticato capo dell'Autodelta, la squadra corse dell'Alfa Romeo.
Nel percorso di conclusione avviandosi al CO 5, i partecipanti potranno percorrere i vialetti del “Nursery Campus” di Vannucci, un’oasi verde di 1100 piante di ogni tipo e specie.
Proseguendo poi sulle strade costeggiate da verdi e rigogliose piantagioni passeremo anche da “Rose Barni” che dal 1882 è uno dei massimi produttori che di questo tipo di fiore.
Le premiazioni avverranno durante la cena nei giardini dell’Hotel Villa Cappugi.

lunedì 3 giugno 2019

RITORNA IL RALLY DEI MONTI SAVONESI

Rally ritrova casa ad Albenga! L'annuncio arriva prima sui social e tra gli appassionati che sono già pronti a seguire da vicino quello che, un tempo, era un appuntamento imperdibile e che, pare proprio avere tutte le caratteristiche per tornare ad esserlo.

Il 16 e 17 Novembre i motori delle auto da rally torneranno a rombare nella città delle torri in occasione del "Giro dei Monti Savonesi Storico".

La gara, alla sua prima edizione, sarà riservata alle auto storiche per una manifestazione che si preannuncia dal grande fascino.

L'iniziativa è partita da Sport Infinity, l’associazione sportiva che ad Andora organizza da alcuni anni la "Ronde della Val Merula" e che annovera tra le sue fila anche alcuni ingauni e savonesi.

La manifestazione, con una formula però legata alle auto storiche, riprende la tradizione del "Giro dei Monti Savonesi" che nel 1978, in occasione della sua 16° edizione, ebbe per la prima volta sede di partenza e di arrivo proprio ad Albenga. Negli anni successivi la gara (vedi logo) aveva elevato il proprio livello, richiamando un numero importante di partecipanti grazie a prove speciali impegnative, tecniche e divertenti. Dopo questo Rally che aveva entusiasmato tantissimi appassionati, il 16 e 17 Novembre 2019 tornerà quindi ad essere organizzata una manifestazione rallistica sui monti savonesi. L'intenzione dello staff è infatti ora quella di rinverdire i ricordi, allestendo un percorso con alcune delle vecchie prove speciali del "Giro" rese ancora più famose perché scelte dal Rally di Sanremo dell'epoca, valido per il Campionato del Mondo. L’organizzazione è già a lavoro e prossimamente saranno svelati maggiori dettagli su questa prima edizione.

La manifestazione si pone l'obiettivo di richiamare forte interesse nei confronti del territorio, con soluzioni che coinvolgeranno la città tutta con le sue molteplici attività e aree di interesse.

Per informazioni, in attesa dei dettagli che saranno resi noti prossimamente, è possibile scrivere una mail all'indirizzo info@sportinfinity.it

10° Meeting Internazionale Opel Storiche – Mantova


Il 18 maggio Piazza Sordello a Mantova è stata nuovamente invasa “pacificamente” da vetture del passato. Questa volta non sono le vetture della Mille Miglia ma le Opel a trazione posteriore del Meeting Internazionale per Opel Storiche giunto alla sua 10^ edizione. Questo imperdibile evento, nei cuori degli affezionati delle vetture con il simbolo del fulmine cerchiato, è organizzato dal 1996 dall’Opel Manta Fans Italy / Opel Fans Italy (sodalizio ufficialmente riconosciuto da Opel-Partner), patrocinato dal  Comune di Mantova, daA.A.V.S,dall’Automobile Club Mantova ed il supporto fondamentale del Club 8Volanti.Mantova è una tra le più belle città d’Italia , ricca d’arte, cultura e bellissimi angoli di storia; tra questi,e’ proprio la grande Piazza Sordelloche  ha ospitato il X° Meeting Opel Storiche. Presenti nonostante il meteo avverso quasi 100 Opel Storiche a trazione posteriore prodotte dal 1956 al 1986, provenienti da tutta l’Italia, Svizzera, Germania e Slovenia. Oltre a queste uniche protagonisteè intervenuto un ospite particolare ( Mr.Jens Cooper) arrivato direttamente dall’Opel Classic Museum di Russelsheimunitamente all’amico e conosciutissimo appassionato Conrero, Maurice V.S.. Tema principale della manifestazione è stata la celebrazione del 120° Anniversario della prima auto costruita da Opel e, per ricordarlo, l’organizzazione ha creato edinstallato un grande pannello con le foto a grandezza reale della Opel Patentmotorwagendel 1899.Tutti gli iscritti hanno ricevuto un “ricordo unico”, costituito da un’opera d’arte in vetro, realizzataappositamente dal Presidente, Luciano Checcanin. Molte le auto presenti che incuranti del maltempo hanno sfilato ai piedi del maestoso Palazzo Ducale; tra queste, la Opel più datata presente, una rara e originalissimaOlympia Rekord del 1956, le ammiraglie, due prestigiose Kapitaen del 1958 e 1961, provenienti da Roma, unite ad una RekordP1 del 1959, i quali proprietari si raccontavano storie della “dolce vita” in compagnia di una Trentina Rekord P2coupè del 1963. Al loro fianco due vetture simbolo del nuovo corso Opel degli anni ’60 la Kadett A, con due splendidi esemplari del 1964, la Lusso e la CarAvan che all’epoca non era ancora considerata la station wagon da famiglia ma la vettura per i laboriosì artigiani, anche se la pubblicità dell’epoca la proponeva dicendo : “ molti usi, molti svaghi”. A seguire le Kadett B con unaOlympia, laRally 1100 del 1968 ed una Lusso 4 porte del 1971. Sorprendente la rassegna di ben 13Rekord C, dalla due porte standard alla 1700 lusso 4 porte, molte le coupè di cui una accessoriata con tetto in vinile, laCarAvan, per arrivare alle performanti Commodore A berlina e GS coupè.  Numerose  anche le Opel GT , la bellissima “corvette” europea celebrata lo scorso anno con l’evento appositamente creato dall’Opel Fans Italy per il cinquantesimo anniversario. Naturalmente presenti numerose Manta A(che nel 2020 celebreranno anche loro il 50° anniversario) nei vari allestimenti, tra i quali segnaliamo una 1900 SR. con cambio automatico ed una 2800 TEmolto rara già all'epoca (solo 79 esemplari realizzati); questa splendida Manta A  è dotata di un motore a  6 cilindri da 2,8 litri che equipaggiava vetture come la Commodore e le ammiraglie Diplomated Admiral. La Manta TE 2800 fu opera di un preparatore belga, la Transeurop Engineering, la cui sigla era, appunto, TE. Il lavoro non consistette semplicemente in un trapianto di motore, in quanto numerose altre componenti dovettero essere sostituite ed adattate, tra cui il cambio, il radiatore, il retrotreno, il cofano motore ed il frontale. Per questi pesanti adattamenti, il preparatore belga si avvalse della preziosa collaborazione con Steinmetz, il famoso preparatore tedesco, oggigiorno legato al tuning su autovetture Opel. Alla fine, con un motore in grado di erogare 142 CV nella sua configurazione originale, la Manta TE2800 poteva raggiungere una velocità massima di 207 km/h, accelerando da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi. Altra vettura caratteristica della prima metà degli anni ’70, l’Ascona A, presente in versione limosine 4 porte (direttamente da Roma) e la SR 2portearrivata dalla Germania.  Ottima presenza anche delle Kadett C tra cui una stupenda Lusso coupècolor verde acido, la sempre ottima Aero, modello esclusivo (Carrozzeria Baur ), per finire con una delle ultime “Berlina” del maggio 1979 ed una rara GT/E 2000 stradale nel suo originale giallo e bianco.  Molte anche le Manta B tra le quali le ultime GT/E e una sportivissima I300 elaborazione Irmscher con motore 2968 cc da 179 cv. Presenti anche: una Rekord E 2.0 S “Berlina” verde smeraldo e due Turbodiesel, una GL e CD. Appariscenti inoltre unamaestosa Diplomat 5.4, la Commodore C ed una Senator B 2600 I, provenienti dall’estero. Nel reparto vetture sportive/rally , oltre ad alcune vetture citate, hanno attirato l’attenzione una Opel GT versione corsa, arrivata dalla Svizzera e guidata dall’amico Ursdell’Opel Club Hoffeld, una  Kadett C prototipo, due Ascona B 400dei piloti Goghi D. e Salvi F.. Special guest la Kadett GSI 16V dei piloti Micky Martinelli ed  Alessandro Ancona, la Corsa A SR del 1984 del pilota Bergamini C. e,parlando di corse, il X° Opel Meeting ha ricevuto la visita da parte dei piloti Alberto Dona’ e Giampaolo Benedini , famosi piloti delle Opel GT preparate negli anni 70 dal “Mago” VirgilioConrero.Oltre ad ammirare esemplari rari e alle volte unici in Italia di Opel storiche,tra i vari eventi in programma nella mattinata, è stato possibile il coinvolgimento di tutti i partecipanti nell’elezione delle quattro Opel “più ammirate”, visitare il preziosissimo Museo Tazio Nuvolari. La leggenda del “Mantovano Volante” rivive in questo Museo che raccoglie il lascito del grande campione raccontando la vita straordinaria del “più grande pilota del passato, del presente e del futuro”. Tra le curiosità scoperte, la passione di Nuvolari per la fotografia, rivelando anche un talento che nel tempo è stato apprezzato da maestri dell’obiettivo.  Nel pomeriggio è stata la volta della visita alla rinnovata Galleria Storica Nazionale dei Vigilidel Fuocoche è la maggiore esposizione in Italia, di rarissimi e copiosi mezzi e cimeli storici, tutti rigorosamente utilizzati in passato dai Vigili del Fuoco italiani. Soddisfatta quindi la parte culturale dell’evento, a fine pomeriggio, si è pervenuti nei giardini del Palazzo Ducale per le tanto attese premiazioni.  Molto apprezzati i modellini in scala 1:43 della prima Opel LutzmannPatentmotorwagenprodotta nel 1899, messi a disposizione da Opel Fans Italy e donati a otto fortunati presenti da Mr. Jens Cooper, collegamento virtuale tra casa madre Opel (dov’è custodita una copia originale)e gli appassionati pervenuti al X° Opel Meeting. Le votazioni della Giuria Popolare hanno assegnato 4 trofei: la più votata dal pubblico è stata la Opel RekordP2coupè del 1963 di Dalbosco M., a seguire la Commodore A di Tarsia F. proveniente da Reggio Calabria e che ha ricevuto anche il riconoscimento per l’iscritto che ha percorso più km (1160km) per partecipare al Meeting, la Manta A TE di Huwyler H. e la Rekord Olympia del 56 di Mantelli G..Omaggiate anche  tre “Dame pilota”Nicole, Elke e Anna, inoltre 3 trofei sono stati consegnati ai club Opel esteri presenti : Opel Gang Dachau (D), Opel ClubHoffeld (CH) e Opel Club Pfeffenhausen (D).L’ambito Trofeo A.A.V.S è stato assegnato per l’originalità alla Rekord 1500 del 1959 di Schneider A., proveniente da Roma. Il Trofeo Franzoni Auto Divisione Classic è stato consegnato sempre per l’originalità alla Rekord C 1700 Coupè di Biondi M., vettura anche questa conservata con targhe e documenti originali, proveniente da Ferrara. Quattro premi speciali sono stati consegnati, per Paese di provenienza, agli amici che hanno percorso le distanze maggiori per arrivare fino all’ Opel Meeting di Mantova: Francesco T. da Reggio Calabria, Wolfgang K. da Babenhausen (D), Mitja V. da Lasko (SLO) e Heinz S. da Wislikofen (CH).Assegnate infine le targhe ricordo di ringraziamento per il Patrocinio e la collaborazione, al Sindaco di Mantova, al Club 8 Volanti, all’ACI di Mantovae all’Opel Classic Museum. Media Partner dell’evento è stata RuotestoricheTVche “lottando con il maltempo”ha realizzato un servizio dedicato.  Il Presidente Luciano Checcanin ha ringraziato tutti i partecipanti per aver reso “UNICO” il X° Meeting Internazionale Opel Storiche, augurando a tutti un buon rientro a casa con le loro splendide Opel. L’arrivederci è al 2020con il 50° Anniversario Opel Manta A.

Sito internet: www.opelfansitaly.com
Su Facebook: Opel Manta Fans Italy


CON LA MITTELEUROPEAN RACE TRIESTE COSTRUISCE UN EVENTO

Non ci sono più soltanto le gare con un passato storico ad entusiasmare gli appassionati delle auto d'epoca: ora, a buon diritto, anche la Mitteleuropean Race si inserisce nel panorama delle manifestazioni più conosciute. Dopo sole quattro edizioni, infatti, gli organizzatori di Adrenalinka  con Maurizio De Marco sono arrivati ad un traguardo, fra numero di iscritti, partecipazioni straniere e contesto turistico e sportivo, che di solito sono appannaggio di eventi con molte più edizioni alle spalle, come la Coppa d'Oro delle Dolomiti o la Targa Florio.

C'era tutto il fascino richiesto per far vivere un week end indimenticabile ai quasi 50 protagonisti della Mitteleuropean Race 2019, che si è svolta sabato 1 e domenica 2 giugno a cavallo fra Friuli, Venezia Giulia e Slovenia.
Protagoniste della gara auto d'epoca dal grande valore storico: c'erano numerose anteguerra,  come la LANCIA LAMBDA S. 1927 di Fontanella/Covelli o la FIAT 514 MM di Salvinelli/Ceccardi, e quella del vincitore Luca Patron con assimo Casale, o la bellissima LANCIA APRILIA di Sala/Cioffi, e poi tantissime auto dei gloriosi anni '60, spider in testa, come le Giulietta, le Triumph, le Porsche 356...
Equipaggi stranieri numerosissimi, con in testa un plotone di argentini (sei equipaggi) e poi svizzeri, tedeschi, austriaci, giapponesi, sloveni, ed anche una presenza a rappresentare i piloti del passato  Arturo Merzario, inconfondibile e sempre allegrissimo, che si è volentieri lasciato ai ricordi con tanti appassionati raccontando tante vicende della Formula 1 degli anni '70 che lo hanno toccato da vicino, come l'incidente di Niki Lauda, in cui il suo intervento fu fondamentale per salvare la vita al pilota recentemente scomparso.
Il Golf Club di Grado è stato scelto come sede della Direzione Gara e luogo  per le verifiche, nonchè per il buffet beneaugurale del pre-gara venerdì 31 maggio.
La partenza, invece, è stata data sabato mattina primo giugno da Piazza Borsa a Trieste, per poi iniziare un percorso di 465 km in due giorni con 88 prove cronometrate e 6 prove a media fuori classifica.
Indimenticabile il tragitto scelto, con salti continui fra mare e montagna ed esplorazioni veloci ai luoghi storici più significativi del Friuli-Venezia Giulia: dalle rovine di Aquileia alla fortezza di Palmanova, dal castello di Strassoldo alle montagne della grande Guerra, con una sosta timbro al sacrario di Redipuglia, alla visita all'Abbazia di Rosazza. Tanto lo spettacolo anche lungo le strade, per la scelta di alcuni tratti molto significativi per chi ha a cuore lo sport automobilistico: belle le serie di prove sul percorso della Trieste-Opicina, la gara in salita definita la Monza delle cronoscalate, o le prove sul Monte Calvario in salita e discesa.
Insomma, un giusto mix fra adrenalina per il percorso e le prove senza dubbio impegnative e l'accoglienza di primo piano all'Hotel Excelsior sulle Rive a Trieste. E poi tanta amicizia e simpatia, fra tutti gli equipaggi, e l'incrocio di tante lingue, spagnolo, italiano, inglese, tedesco... accomunati dalla medesima passione.
La classifica ha visto una battaglia dura sin da subito, ma alla fine Luca Patron non si è lasciato scappare l'occasione, e l'ha spuntata su Ezio Sala, mentre per la Mitrace, classifica riservata agli equipaggi stranieri, ha vinto Yokota Masakhiro davanti a Pablo Lara.

domenica 2 giugno 2019

La Lancia Astura Serie IV dei soci CMAE vince il “Trofeo BMW Group Italia” al Concorso d’Eleganza Villa d’Este

Il Concorso d'Eleganza Villa d'Este 2019 si è concluso con l'assegnazione del "Trofeo BMW Group Italia" alla Lancia Astura Serie IV Cabriolet Pinin Farina di proprietà del nostro socio Filippo Sole, premiato a Villa Erba insieme a Luca Lamperti. Foto Danilo Orsi.

mercoledì 22 maggio 2019

TORNA LA CAPRINO-SPIAZZI

Poche settimane al ritorno della Caprino-Spiazzi, che come Rievocazione Storica senza rilevamento tempi si prepara a regalare nuovamente le emozioni della leggendaria cronoscalata domenica 9 giugno 2019, con la regia dell'Automobile Club Verona coadiuvata da ACI Verona Sport per la parte tecnica e con il patrocinio di ACI Storico.

Sul sito www.caprinospiazzi.com è disponibile il programma ufficiale, il Regolamento Particolare di Gara e la scheda di iscrizione. La partecipazione, come per le scorse edizioni, è aperta a tutte le vetture, sia in allestimento corsa costruite dal 1950 al 1994, sia alle vetture stradali costruite dal 1919 al 1994. L'azione sarà concentrata in una sola giornata, domenica 9 giugno, con verifiche, due salite, premiazioni e buffet finale.
Fulcro logistico dell'evento sarà Palazzo Carlotti, sede comunale di Caprino Veronese, che ospiterà la Direzione di Gara e in apertura le verifiche, dalle ore 8:00 alle ore 10:00. Alle 11:00 inizieranno le partenze della prima salita, sempre sullo storico tracciato da 7+300, che sarà effettuato senza rilevamento tempi con un allestimento che prevedrà rallentamenti e chicanes nei punti più veloci. Al termine della prima ascesa i partecipanti scenderanno in Piazza Vittoria e Piazza Stringa per la mostra statica, dove le vetture resteranno dalle 12:30 alle 14:00 circa per la gioia di tutti gli appassionati.
Seconda parte di giornata a partire dalle 14:30, quando la prima vettura affronterà la seconda salita, identica alla prima. Il pubblico potrà accedere al tracciato dalle consuete vie di ingresso, le più gettonate quelle di Loc. Pazzon, Loc. La Baita e quella di Vezzane. Al termine della seconda salita le vetture scenderanno nuovamente in Piazza Vittoria e Piazza Stringa, mentre dalle ore 18:00, nuovamente a Palazzo Carlotti, andranno in scena il buffet conclusivo e la cerimonia di premiazione.
Saranno premiate le vetture più importanti e meritevoli come stabilito da una giuria di esperti composta da Alberto Zanchi, Luca Cattilino e Giuseppe Agostini. Le categorie che saranno premiate, oltre ai premi speciali, saranno così individuate: vetture turismo, vetture gran turismo, vetture sport prototipo, vetture monoposto a ruote scoperte con motore anteriore, vetture monoposto a ruote scoperte con motore posteriore, vetture anteguerra, vetture modello Alfa Romeo GT Bertone, vetture Alfa Romeo GTV, vetture bicilindriche e vetture Lancia quattro ruote motrici. Già pervenute svariate iscrizioni di vetture di pregio sportivo, sia stradali che in allestimento corsa, tra cui formula e sport prototipo.
Le iscrizioni, a 190€, chiuderanno il prossimo 6 giugno con la promozione dedicata ai gruppi più numerosi: le scuderie, team o gruppi che si iscriveranno in 10 o più potranno godere di una scontistica e iscriversi a 170€ per ciascun partecipante.

Info line 045.8538788 o info@caprinospiazzi.com
News e dettagli anche sulla pagina Facebook @CaprinoSpiazzi

RIVIERA PIC NIC

L'Automobile Cub di Nizza organizza il riviera pic nic il 2 giugno, dedicato a tutte le auto storiche inglesi e non, scoperte e non. Stupendo itinerario sulle Alpi marittime e sulla Costa Azzurra!
www.automobileclubdenice.fr

Mitteleuropean Race riporta le auto d’epoca all'est

La Mitteleuropean Race scalda i motori per l’edizione 2019 e si prepara a riportare Trieste e tutto il Friuli Venezia Giulia sotto i riflettori del mondo dell’automobilismo d’epoca.
Come è stato illustrato nel corso della conferenza stampa di presentazione, alla quale hanno partecipato oltre al presidente della Asd Adrenalinika Riccardo Novacco e i membri del comitato organizzatore Maurizio de Marco e Susanna Serri, il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, l’assessore comunale al Turismo Francesca De Santis, la manifestazione in programma da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno si presenta ricca di novità.
Come di consueto i protagonisti della gara di Regolarità Superclassica saranno le vetture storiche costruite fino al 1976, che sfileranno sia nel centro cittadino di Trieste sia lungo le strade dell’intera regione.
La manifestazione prenderà il via venerdì 31 maggio con l’arrivo dei partecipanti e delle auto dalle 14.00 in poi al Golf Club di Grado, dove verranno effettuate le verifiche tecniche e sportive, alle quali seguirà alle 18.00 una sfida a cronometro con le Golf Car elettriche direttamente sul Green. Subito dopo si terranno il dinner party e la cena di gala organizzata dai Rotary Club dell’area giuliana, con ospite relatore il due volte campione del mondo di rally Miki Biasion. Una volta conclusa la serata i veicoli faranno quindi rientro in Piazza della Borsa a Trieste dove potranno essere ammirati e tutti i piloti saranno alloggiati all'Hotel Savoia Excelsior Palace.
Sabato 1° giugno l’evento entrerà nel vivo con partenza dei bolidi da piazza della Borsa dalle 9.30 (uno ogni minuto) e arrivo alle 13.00 davanti al municipio di Grado (seguirà pranzo all'Hotel Fonzari). Gli equipaggi ripartiranno alle 14.30 per proseguire la competizione sulle strade della Regione passando per Aquileia, Strassoldo, Palmanova, le colline del Collio e quindi torneranno a Trieste attorno alle 18.45, sempre in Piazza della Borsa, dove le vetture resteranno in esposizione fino alla mattina dopo. Alle 20.30 si terrà quindi la cena di gala all'Hotel Savoia Excelsior Palace.
Domenica 2 giugno, ultimo giorno della manifestazione, la partenza è prevista alle 8.15 (sempre una vettura ogni minuto) sempre da Piazza della Borsa. I mezzi si dirigeranno verso la famosa salita della Trieste Opicina, per poi avviarsi verso il Collio e arrivare alle circa 12.00 alla incantevole Abbazia di Rosazzo Tenuta Livio Felluga dove sono previsti il pranzo e la visita alla cantina, la più antica del Friuli Venezia Giulia. Seguirà poi il rientro per il controllo timbro al Golf Club di Grado e successivo arrivo davanti al Municipio dell’Isola del Sole, dove nel pomeriggio alle 16.00 si terranno le premiazioni all’Hotel Fonzari.
Alla competizione, che vedrà come speaker ufficiale la famosa giornalista Savina Confaloni, parteciperanno, tra le altre bellezze a quattro ruote, due delle dieci FIAT 514 Mille Miglia costruite nel 1930, una AMILCAR del 1926 CGSS SILURO, una MERCEDES SL 300 ALI DI GABBIANO, una ASTON MARTIN DB2 CABRIO, una PORSCHE 356 SPEEDSTER e una MORRIS CABRIO del 1950 che arriva direttamente dal Giappone. Gli equipaggi provengono da tutto il mondo e nello specifico da: Argentina, Lussemburgo, Germania, Spagna, Stati Uniti, Slovenia, Serbia e anche dal Giappone.
Tra le particolarità di quest’anno, oltre alla gara di Regolarità Superclassica di vetture d'epoca, ci sarà la parata di una decina di Alfa Romeo 4C e 4C Spider, i cui proprietari seguiranno la gara e approfitteranno dell’occasione per scoprire le bellezze del Friuli Venezia Giulia.
Tra i personaggi famosi che prenderanno parte all’evento spicca Arturo Merzario (Alfa Romeo Gta), campione del mondo con Alfa Romeo nel 1975-1977 e vincitore delle più importanti gare mondiali tra cui la Targa Florio e successivamente costruttore di vetture di F1 che portano ancora il suo nome. È inoltre stato il pilota che ha salvato Niki Lauda dall'incendio della sua Ferrari sul circuito di Nurburgring.
Al volante anche Corrado Lopresto, il più grande collezionista italiano d’auto d’epoca, vincitore di numerosi concorsi di eleganza in tutto il mondo, tra cui quello di Pebble Beach con un Alfa Romeo 1750 Aprile (presente alla Mitteleuropean Race del 2017) e del Concorsi di Eleganza di Villa d'Este il più antico al mondo e forse il più prestigioso. Parteciperà con un Alfa Romeo 6C 2500 12 cilindri CASTAGNA (probabilmente l'unico esemplare al mondo) dal valore inestimabile.
Tra gli ospiti anche Miki Biasion, due volte Campione del Mondo Rally nel 1988 e 1989 con la Lancia Delta Integrale ufficiale Martini, che durante la serata di venerdì presenterà il suo libro "Rally… Avventura senza tempo". Non mancano, poi i talenti femminili ben rappresentati da Ariella Mannucci, la moglie del noto Mario Mannucci, e sua compagna su molte piste e in tante gare. Iscritte alla competizione, anche le campionesse italiane 2018 Federica Bignetti Bignetti e Luisa Ciatti.
Al via anche Peter Rungaldier, vincitore di numerose gare del Campionato del Mondo di sci e della Coppa del Mondo di Supergigante ed ora golfista, che sfiderà Miki Biasion sul green oltre che a golf anche con le Golf Cart nel pomeriggio di venerdì 31 maggio.
All’iniziativa sarà presente anche il Progetto scuderia Mite con ben due vetture, tra cui una Zastava 750 molto famosa in Serbia in quanto utilizzata nella serie televisiva Ficjiafloyd, che avranno a bordo due navigatori ipovedenti, i quali leggeranno il roadbook in brail.
La Mitteleuropean Race sarà inoltre occasione di studio per i ragazzi dell’Enaip, dato che una trentina di allievi dei corsi di meccanica potranno vivere sul campo l’esperienza di controllare e visionare i veicoli, scoprendo la tecnologia di un tempo e le varie motorizzazioni che tanto possono ancora insegnare per intraprendere poi un mestiere sempre più tecnologicamente avanzato.
L’evento avrà anche ricadute sociali, dato che sosterrà il progetto “Dopo di Noi”, avviato dal Rotary International, che punta ad assicurare un futuro alle persone disabili prive di sostegno familiare individuando misure e best practice che ne assicurano un futuro sereno.
La manifestazione, che vede come main sponsor Alfa Romeo, gode del sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e di Promoturismo Fvg, del supporto di Aci Sport ed è co-organizzata dal Comune di Trieste, con il sostegno economico del Comune di Grado, del Golf Club Grado, della Tenuta Livio Felluga, della BAI Broker e della DIGAS Srl AGIP 900.